Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

Capitoli
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12

Qoelet

2 Mi son detto: «Ora voglio provare ogni specie di piacere e di soddisfazione». Ma tutto mi lasciava sempre un senso di vuoto.
Rimandi
2,1 senso di vuoto Qo 1,14+.
Note al Testo
Il divertimento lascia insoddisfatti, l’allegria non serve a niente.
Rimandi Note al Testo
2,2 divertimento: altri: riso.
Allora ho cercato il piacere nel bere, ma senza perdere il controllo. Mi son dato alla pazza gioia. Volevo vedere se questo dà felicità all’uomo durante i pochi giorni della sua vita.
Rimandi
2,3 se questo dà felicità all’uomo Qo 5,17; 6,12. — durante i pochi giorni della sua vita Gb 14,5.
Note al Testo
4 Ho fatto anche grandi lavori. Ho fabbricato palazzi, ho piantato vigneti.
Rimandi Note al Testo
5 Ho costruito giardini e parchi, dove ha piantato ogni qualità di alberi da frutto.
Rimandi Note al Testo
6 Ho costruito serbatoi d’acqua per irrigare quegli alberi.
Rimandi Note al Testo
7 Ho comprato schiavi e schiave; avevo anche servi nati in casa mia, possedevo moltissimi buoi e pecore, più di tutti i re di Gerusalemme.
Rimandi Note al Testo
8 Ho accumulato molti oggetti d’oro e d’argento. Ho preso le ricchezze e i tesori di altri re e governanti. Ho fatto venire nel mio palazzo cantanti e ballerine: per i miei piaceri, tante belle donne.
Rimandi Note al Testo
9 Insomma, ero diventato più ricco e più famoso di tutti i miei predecessori di Gerusalemme. Per di più, non ho mai perso la testa!
Rimandi Note al Testo
10 Ho soddisfatto ogni mio desiderio; non ho rinunziato a nessun piacere. Sono riuscito a godere delle mie attività: questa è stata la ricompensa per tutte le mie fatiche.
Rimandi Note al Testo
Ho tentato di fare un bilancio di tutte le opere che avevo fatte e della fatica che mi erano costate. Ma ho concluso che tutto è vanità, come inseguire il vento. In questa vita sembra tutto inutile.
Rimandi
2,11 vanità, come inseguire il vento Qo 1,14+.
Note al Testo
12b Anche il re che verrà dopo di me non farà niente di nuovo.
Rimandi Note al Testo
12a Poi mi son chiesto: è meglio essere sapienti oppure ignoranti e stolti?
Rimandi Note al Testo
13 Senz’altro la sapienza vale più dell’ignoranza, come la luce è più preziosa delle tenebre.
Rimandi Note al Testo
Il sapiente vede dove va, lo stolto invece cammina nel buio. Ma tutti e due fanno la stessa fine.
Rimandi
2,14 lo stolto cammina al buio cfr. Gv 8,12; 1Gv 2,11+.
Note al Testo
15 Anch’io morirò come muore lo stolto. Ma allora, perché sono diventato sapiente? Che cosa ci guadagno? Tutto mi appare inutile.
Rimandi Note al Testo
La gente dimentica presto tanto il saggio che lo stolto. Con il passare degli anni tutto è dimenticato. E morirà tanto il sapiente che lo stolto.
Rimandi
2,16 dimentica presto Qo 1,11; Sap 2,4; cfr. Sir 44,8-15. — morirà tanto il sapiente che… Sal 49,11+.
Note al Testo
17 Così ho cominciato a odiare la vita. Tutto quel che si fa mi sembra male. Tutto è vanità, come inseguire il vento.
Rimandi Note al Testo
18 Mi viene voglia di distruggere tutto quello che ho fatto. Perché devo lasciar qui ogni cosa al mio successore?
Rimandi Note al Testo
19 E chissà se sarà sapiente o stolto! A ogni modo, lui erediterà tutto quel che ho fatto con tanto sforzo e abilità durante la mia vita. Anche questo è vanità.
Rimandi Note al Testo
20 Ho imparato a non farmi illusioni su quello che sono riuscito a guadagnare con fatica nella mia vita.
Rimandi Note al Testo
Infatti, un uomo che lavora con abilità, intelligenza e impegno deve poi lasciar tutto a uno che non ha fatto niente. Anche questo è assurdo, non è giusto.
Rimandi Note al Testo
2,21 non è giusto: altri: è un male grande.
Insomma, che cosa ricava l’uomo da tutte le fatiche e preoccupazioni della sua vita?
Rimandi
2,22 che cosa ricava l’uomo? Sir 11,18-19; cfr. Qo 1,3+.
Note al Testo
Di giorno egli non fa che soffrire e agitarsi per i suoi affari. E non ha pace neppure di notte. Anche questo è assurdo.
Rimandi
2,23 neppure di notte Qo 8,16; Gb 7,1-4; Sir 40,5.
Note al Testo
Unica gioia per l’uomo è mangiare e bere e godere i frutti del suo lavoro. Ma ho capito che anche questo è un dono di Dio.
Rimandi
2,24 godere la vita Qo 3,12-13; 5,17; 8,15; 9,7; 11,9; 11,9; Sir 14,14; cfr. 1Cor 15,32+.
Note al Testo
25 Infatti, chi può mangiare e godere senza il suo permesso?
Rimandi Note al Testo
Dio dona a chi gli è caro la sapienza, la scienza e la gioia. I cattivi, invece, si agitano e si preoccupano, raccolgono tanta ricchezza per lasciar tutto a chi Dio vorrà. Anche questo è assurdo, come andare a caccia di vento.
Rimandi
2,26 I cattivi raccolgono per altri Gb 27,16-17; Prv 13,22.
Note al Testo
2,26 cattivi: altri: peccatori; altri: falliti.

Rimandi

2,1senso di vuoto Qo 1,14+.
2,3se questo dà felicità all’uomo Qo 5,17; 6,12. — durante i pochi giorni della sua vita Gb 14,5.
2,11vanità, come inseguire il vento Qo 1,14+.
2,14lo stolto cammina al buio cfr. Gv 8,12; 1Gv 2,11+.
2,16dimentica presto Qo 1,11; Sap 2,4; cfr. Sir 44,8-15. — morirà tanto il sapiente che… Sal 49,11+.
2,22che cosa ricava l’uomo? Sir 11,18-19; cfr. Qo 1,3+.
2,23neppure di notte Qo 8,16; Gb 7,1-4; Sir 40,5.
2,24godere la vita Qo 3,12-13; 5,17; 8,15; 9,7; 11,9; 11,9; Sir 14,14; cfr. 1Cor 15,32+.
2,26I cattivi raccolgono per altri Gb 27,16-17; Prv 13,22.

Note al Testo

2,2divertimento: altri: riso.
2,21non è giusto: altri: è un male grande.
2,26cattivi: altri: peccatori; altri: falliti.