Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

Capitoli
1
2
3
4
5

INTRODUZIONE
AL LIBRO DELLE LAMENTAZIONI

Caratteristiche principali

Il libro delle Lamentazioni raccoglie cinque poemetti che esprimono il lamento degli scampati alla catastrofe che ha colpito Gerusalemme nel 587 a.C.; la città è stata distrutta e molti dei suoi abitanti e di quelli del regno di Giuda sono stati deportati in esilio a Babilonia.
Le Lamentazioni descrivono la realtà che è davanti agli occhi di coloro che sono rimasti a Gerusalemme e in Giuda: rovina e devastazione.
Ma essi hanno compreso che il giudizio divino è stato causato da loro stessi, perché hanno ignorato gli insegnamenti del Signore. Per questo, pur nello sgomento del disastro, si rivolgono con speranza al Signore: pentiti, vogliono tornare a Lui.
Autore e ambiente storico

Il libro è stato composto poco dopo la caduta di Gerusalemme, nel 587 a.C. Il testo ebraico non dà il nome dell’autore, ma il libro delle Cronache (2 Cronache 35,25) lo attribuisce al profeta Geremia. Secondo alcuni studiosi, lo stile e il contenuto della terza parte (Lam 3,1-66) fanno pensare che essa abbia avuto un’origine diversa dalle altre.
Schema
— Gerusalemme è abbandonata 1,1-22 — Il Signore è come un nemico per Gerusalemme 2,1-22 — Nella rovina una ragione di speranza 3,1-66 — Gli orrori dell’assedio di Gerusalemme 4,1-22 — Signore, lasciaci tornare a te 5,1-22