Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

BibbiaEDU-logo

Ezechiele 29

Profezia contro l’Egitto

Nel decimo anno dalla deportazione, il dodicesimo giorno del decimo mese, il Signore mi disse:
Note al Testo
29,1 Nel decimo anno… mese: dicembre 588-gennaio 587 a.C.
«Ezechiele, rivolgi al faraone, re d’Egitto, queste minacce contro di lui e contro l’intero Egitto.
Rimandi
29,2 contro l’Egitto Ez 30-32; Is 19,1-25; Ger 46,2-6.
Note al Testo
29,2 Ezechiele: vedi nota a 2,1.
3Riferiscigli quel che io, Dio, il Signore, annunzio:
«Agirò contro di te faraone, re d’Egitto. Come un coccodrillo mostruoso giaci in mezzo al fiume Nilo. Affermi che il Nilo è tuo, perché l’hai fatto tu.
4Ma io metterò ganci nelle tue mascelle e farò attaccare alle tue scaglie i pesci del tuo fiume. Poi ti tirerò fuori dal Nilo con tutti quei pesci attaccati alle tue scaglie.
Getterò nel deserto te e tutti quei pesci. Cadrai morto a terra, e nessuno ti raccoglierà per seppellirti. Ti lascerò in pasto agli uccelli e agli animali feroci.
Note al Testo
29,5 nessuno… seppellirti: la privazione della sepoltura era considerata una punizione estremamente grave (vedi 2 Re 9,37; Geremia 8,2; 22,19).
Allora tutti gli abitanti dell’Egitto riconosceranno che io sono il Signore.
«Il sostegno che hai dato agli Israeliti è stato fragile come quello di una canna.
Rimandi
29,6 appoggio debole come quello di una canna 2 Re 18,21; Is 36,6; cfr. Is 30,1-7.
Quando si sono appoggiati a te, ti sei spezzato nelle loro mani, li hai feriti alle spalle e li hai fatti vacillare sui fianchi.
Note al Testo
29,7 Li hai fatti vacillare sui fianchi: così secondo l’antica traduzione siriaca; il testo ebraico ha: li hai fatti stare saldi sui fianchi.
E io, Dio, il Signore, dichiaro che manderò contro di te un esercito e distruggerò gli uomini e gli animali.
Rimandi
29,8 guerra Ez 21,8+.
9L’Egitto diventerà un deserto desolato e tutti riconosceranno che io sono il Signore.
«Tu hai detto che il Nilo è tuo, perché è opera tua.
10Per questo agirò contro di te e contro il tuo fiume. Trasformerò l’intero Egitto in un deserto desolato, dalla fortezza di Migdol a nord fino alla città di Siene e alla frontiera con l’Etiopia a sud.
Né uomo né animale passeranno più di là, per quarant’anni nulla vi potrà vivere.
Note al Testo
29,11 quarant’anni: vedi nota a 4,6.
12Farò diventare l’Egitto il deserto più desolato che esista: le sue città rimarranno in rovina per quarant’anni, e disperderò gli Egiziani tra popoli e paesi stranieri.
13«Ma io, Dio, il Signore, dichiaro che alla fine dei quarant’anni riunirò gli Egiziani che avevo disperso fra i popoli.
Cambierò la loro sorte, li farò ritornare nella regione di Patros loro terra d’origine. Là formeranno un piccolo regno,
Note al Testo
29,14 regione di Patros: l’Alto Egitto.
15il più debole di tutti. Lo renderò tanto piccolo che non sarà più capace di dominare le altre nazioni.
Gli Egiziani non rappresenteranno più una sicurezza per gli Israeliti: anzi questi si ricorderanno di aver agito male quando si sono rivolti all’Egitto per avere aiuto. Allora riconosceranno che io sono Dio, il Signore».
Note al Testo
29,16 Ezechiele allude ad alleanze d’Israele con l’Egitto (vedi v. 6 e 17,15), già condannate da altri profeti (vedi Isaia 30,2; Geremia 2,18).
Nabucodònosor conquisterà l’Egitto

Nel ventisettesimo anno dalla deportazione, il primo giorno del primo mese, il Signore mi parlò:
Note al Testo
29,17 Nel ventisettesimo anno… mese: marzo-aprile 571 a.C.
«Ezechiele, Nabucodònosor, re di Babilonia, ha impegnato il suo esercito in un’impresa grandiosa contro la città di Tiro: per i pesi portati, i soldati hanno la testa calva e le spalle scorticate. Ma il re e il suo esercito non hanno tratto alcun profitto dallo sforzo fatto contro Tiro.
Note al Testo
29,18 Tiro: Nabucodònosor l’ha assediata per tredici anni; è riuscito a sottomettere la città, ma non a saccheggiarla.
Ebbene io, Dio, il Signore, dichiaro:
«Darò l’Egitto in mano a Nabucodònosor, re di Babilonia. Lo deprederà, lo spoglierà di tutto, porterà via tutte le sue ricchezze: queste saranno la ricompensa per il suo esercito.
Rimandi
29,19 l’Egitto dato in mano a Nabucodònosor Ger 43,8-13.
20Gli do l’Egitto come ricompensa per l’impresa compiuta contro Tiro, perché il suo esercito ha lavorato per me. L’affermo io, Dio, il Signore.
«Quando questo accadrà, ridarò forza agli Israeliti e a te, Ezechiele, il potere di parlare loro; ed essi riconosceranno che io sono il Signore».
Note al Testo
29,21 a te… loro: vedi 3,26; 24,27. — riconosceranno… Signore: vedi nota a 5,13.

Rimandi

29,2 contro l’Egitto Ez 30-32; Is 19,1-25; Ger 46,2-6.
29,6 appoggio debole come quello di una canna 2 Re 18,21; Is 36,6; cfr. Is 30,1-7.
29,8 guerra Ez 21,8+.
29,19 l’Egitto dato in mano a Nabucodònosor Ger 43,8-13.

Note al Testo

29,1 Nel decimo anno… mese: dicembre 588-gennaio 587 a.C.
29,2 Ezechiele: vedi nota a 2,1.
29,5 nessuno… seppellirti: la privazione della sepoltura era considerata una punizione estremamente grave (vedi 2 Re 9,37; Geremia 8,2; 22,19).
29,7 Li hai fatti vacillare sui fianchi: così secondo l’antica traduzione siriaca; il testo ebraico ha: li hai fatti stare saldi sui fianchi.
29,11 quarant’anni: vedi nota a 4,6.
29,14 regione di Patros: l’Alto Egitto.
29,16 Ezechiele allude ad alleanze d’Israele con l’Egitto (vedi v. 6 e 17,15), già condannate da altri profeti (vedi Isaia 30,2; Geremia 2,18).
29,17 Nel ventisettesimo anno… mese: marzo-aprile 571 a.C.
29,18 Tiro: Nabucodònosor l’ha assediata per tredici anni; è riuscito a sottomettere la città, ma non a saccheggiarla.
29,21 a te… loro: vedi 3,26; 24,27. — riconosceranno… Signore: vedi nota a 5,13.