Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

Capitoli
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
BibbiaEDU-logo

Levitico 8

Consacrazione dei sacerdoti
La cerimonia di consacrazione

Il Signore disse a Mosè:
Rimandi
8,1 consacrazione dei sacerdoti 6,12-16; Es 29,1-37; 40,12-15.
«Convoca Aronne e i suoi figli all’entrata della tenda dell’incontro. Fa’ portare le vesti sacre e l’olio per l’unzione, e fa’ portare il toro del sacrificio per il perdono dei peccati, i due montoni e un cesto contenente i pani senza lievito.
Rimandi
8,2 le vesti dei sacerdoti Es 28; 39,1-31. — l’olio per l’unzione Es 30,22-33.
3Riunisci in quel luogo tutta la comunità d’Israele».
4Mosè ubbidì al comando del Signore, riunì gli Israeliti all’ingresso della tenda
5e annunziò loro che egli doveva eseguire gli ordini del Signore.
6Poi fece venire Aronne e i suoi figli e li invitò a fare un bagno rituale.
7Rivestì Aronne con la tunica, lo cinse della cintura, gli pose addosso il manto con l’efod, e gli legò dietro la schiena i legacci dell’efod.
Gli mise anche il pettorale, nel quale pose gli urim e i tummim.
Note al Testo
8,8 pettorale, urim e tummim: vedi nota a Esodo 28,15-30.
Poi gli mise in capo il turbante e, sul davanti del turbante, pose la lamina d’oro, il sacro diadema, come il Signore gli aveva ordinato.
Note al Testo
8,9 gli aveva ordinato: vedi Esodo 28,4-43 e 39,1-32.
Mosè prese l’olio dell’unzione e lo usò per consacrare l’Abitazione sacra e tutto quel che essa conteneva.
Rimandi
8,10 consacrazione dell’Abitazione Es 40,9-11.
11Fece sette aspersioni d’olio per consacrare l’altare, i suoi accessori, la vasca per le purificazioni e la sua base.
12Consacrò Aronne, versando olio sulla sua testa.
13Poi ordinò ai figli di Aronne di avvicinarsi: li rivestì delle loro tuniche, li cinse con le cinture e legò sul loro capo il turbante, come il Signore aveva comandato.
14Fece portare il toro destinato al sacrificio per il perdono dei peccati; Aronne e i suoi figli posero le mani sulla testa del toro.
Mosè lo immolò, prese del sangue e con un dito bagnò gli angoli sporgenti dell’altare per purificarlo poi versò il resto del sangue alla base dell’altare. Così consacrò l’altare perché potesse servire nelle cerimonie di perdono dei peccati.
Note al Testo
8,15 per purificarlo, ossia per togliergli il suo carattere profano e per renderlo sacro.
16Poi Mosè prese tutto il grasso aderente alle viscere, il lobo del fegato, i due reni con il loro grasso e bruciò tutto sull’altare.
17Ma il resto dell’animale, pelle carne e feci, fu gettato nel fuoco fuori dell’accampamento, come aveva ordinato il Signore.
18Fece quindi portare il montone destinato al sacrificio completo; Aronne e i suoi figli posero le mani sulla sua testa.
19Mosè sgozzò il montone, e con il suo sangue asperse i lati dell’altare.
20Tagliò l’animale a pezzi e li bruciò insieme con la testa e le parti grasse.
21Lavò le viscere e le zampe con acqua e le bruciò sull’altare con il resto del montone, come sacrificio completo; il Signore accettò volentieri questo sacrificio consumato dal fuoco in suo onore.
22Poi fece portare il secondo montone: quello da offrire in sacrificio per l’investitura dei sacerdoti; Aronne e i suoi figli posero le mani sulla sua testa.
23Mosè sgozzò il montone, prese un po’ del suo sangue e lo depose sul lobo dell’orecchio destro di Aronne, sul pollice della mano destra e sull’alluce del piede destro.
24Mosè fece quindi avvicinare i figli di Aronne e depose del sangue sul lobo del loro orecchio destro, sul pollice della mano destra e sull’alluce del piede destro; sparse il resto del sangue intorno all’altare.
25Prese il grasso, la coda, tutto il grasso aderente alle viscere, il lobo del fegato, i reni con il loro grasso e la coscia destra.
26Dal cesto dei pani senza lievito, che era davanti al Signore, prese una focaccia senza lievito, una focaccia di pasta mescolata con olio e una schiacciata, e le pose sulle parti grasse e sulla coscia destra.
27Mise tutte queste cose sulle mani di Aronne e dei suoi figli, e disse loro di offrirle al Signore con il gesto rituale di presentazione.
28Mosè quindi le prese dalle loro mani e le bruciò sull’altare, sopra il sacrificio completo. Così avvenne il sacrificio che segnava l’entrata in servizio dei sacerdoti; il Signore accettò volentieri questo sacrificio consumato dal fuoco in suo onore.
29Mosè prese il petto del montone e lo presentò davanti al Signore con il gesto rituale. Questa parte del montone toccava a lui, come aveva ordinato il Signore.
Mosè prese un po’ d’olio dell’unzione e del sangue che era sull’altare e ne asperse Aronne e le sue vesti, i suoi figli e le loro vesti. Così consacrò Aronne e i suoi figli e tutte le loro vesti.
Rimandi
8,30 aspersione di sangue Es 24,8; Eb 9,18-22.
31Mosè disse ad Aronne e ai suoi figli: «Fate cuocere la carne del secondo montone all’ingresso della tenda dell’incontro. In quel luogo la mangerete, con i pani preparati per la cerimonia, secondo gli ordini che io vi ho trasmessi.
32Quel che avanza della carne e del pane gettatelo nel fuoco.
33Per sette giorni non uscirete dall’ingresso della tenda dell’incontro, finché non siano passati i giorni della cerimonia dell’investitura, che durerà una settimana.
34Il Signore stesso ha ordinato di fare come si è fatto oggi, perché otteniate il perdono dei vostri peccati.
Rimarrete, per sette giorni, all’ingresso della tenda dell’incontro giorno e notte, per compiere il servizio prescritto dal Signore, altrimenti morirete. Questi sono gli ordini che io ho ricevuto da Dio».
Rimandi
8,35 senza morire Es 19,12; 20,18-19; Is 6,5-7.
36Aronne e i suoi figli eseguirono tutti gli ordini che il Signore aveva loro comunicato per mezzo di Mosè.

Rimandi

8,1 consacrazione dei sacerdoti 6,12-16; Es 29,1-37; 40,12-15.
8,2 le vesti dei sacerdoti Es 28; 39,1-31. — l’olio per l’unzione Es 30,22-33.
8,10 consacrazione dell’Abitazione Es 40,9-11.
8,30 aspersione di sangue Es 24,8; Eb 9,18-22.
8,35 senza morire Es 19,12; 20,18-19; Is 6,5-7.

Note al Testo

8,8 pettorale, urim e tummim: vedi nota a Esodo 28,15-30.
8,9 gli aveva ordinato: vedi Esodo 28,4-43 e 39,1-32.
8,15 per purificarlo, ossia per togliergli il suo carattere profano e per renderlo sacro.