Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

INTRODUZIONE
AL PRIMO LIBRO DI SAMUELE

Caratteristiche principali

Il Primo libro di Samuele parla di una grande svolta nella storia del popolo d’Israele: il passaggio dall’epoca dei Giudici alla monarchia. L’importanza avuta da Samuele agli inizi della monarchia spiega perché questo libro e il seguente prendono il nome da lui.
I Giudici erano i liberatori che Dio donava al suo popolo in momenti di crisi e Samuele fu l’ultimo di loro. Gli Israeliti erano minacciati dai Filistei, i quali riuscirono perfino a impadronirsi dell’arca dell’alleanza, e Samuele, chiamato da Dio fin dall’infanzia, fu la guida politica e religiosa del popolo (capitoli 1-7).
Quando Samuele fu vecchio, gli Israeliti chiesero un re. Il desiderio di un’autorità stabile, come avevano le altre nazioni, comportava il rischio di sottovalutare la sovranità del Signore sopra il suo popolo. Samuele mise in guardia il popolo e, alla fine, per indicazione del Signore, consacrò re Saul (capitoli 8-10). Il testo presenta dunque la monarchia come una realtà ambivalente: di per sé negativa, in quanto non rispetta la regalità di Dio (1 Samuele 8,7 e 12,12), è al tempo stesso consentita da Dio, a condizione che il re e il popolo osservino la sua volontà (1 Samuele 12,14-15 ).
Saul combatté con coraggio contro i nemici d’Israele, ma presto la sua fedeltà al Signore diminuì. Il Signore scelse Davide come futuro re al posto di Saul, e ritirò da Saul il suo appoggio (capitoli 11-15).
Davide si affiancò al re come giovane attendente, si mise in luce per lealtà e abilità, si guadagnò la simpatia di molti, soprattutto del figlio di Saul, Giònata, ma suscitò la sospettosa gelosia del re, che decise di farlo morire. Davide fuggì e le sue avvincenti avventure, in contrasto con l’inarrestabile decadenza di Saul, occupano tutta l’ultima parte del libro (capitoli 16-30) che si conclude con il racconto della morte di Saul e dei suoi figli per mano dei Filistei (capitolo 31).
Autore e ambiente storico

I due libri di Samuele, secondo alcuni studiosi, sono una raccolta di diverse antiche narrazioni. Compilata in gran parte probabilmente durante il regno di Salomone, fu ritoccata, secoli più tardi, dopo la caduta di Gerusalemme. Il redattore si ispirò in alcuni punti alle idee del Deuteronomio. Fra le parti più antiche vi è certamente la storia dell’ascesa di Davide, che inizia al capitolo 16 del nostro libro e termina al capitolo 5 del Secondo libro di Samuele.

Oltre all’interesse per gli antichi ricordi sulla vita di Samuele, Saul e Davide, — che può spiegare la presenza di doppioni nel resoconto di alcuni avvenimenti — è dominante in questo libro l’interesse per il problema della monarchia. Che giudizio si deve dare sulla svolta che ha portato il popolo d’Israele a diventare un regno? Perché Saul non poté dare inizio a una sua dinastia? Perché, invece, Davide fu scelto e aiutato da Dio? Sono queste le domande a cui la narrazione vuole rispondere.
Schema
Storia di Samuele 1,1-7,17 Saul, il primo re 8,1-15,35 Saul e Davide 16,1-31,13