Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

BibbiaEDU-logo

Siracide 25

Simpatie e antipatie della sapienza

Di tre cose mi sono adornata e mi faccio bella
agli occhi del Signore e degli uomini:
la comprensione tra fratelli, l’amicizia tra vicini di casa,
moglie e marito che vanno d’accordo.
Note al Testo
25,1 Di tre cose… bella: così il testo greco, per il quale continua ancora qui il discorso della sapienza. Il testo dell’antica versione siriaca dice invece: Vi sono tre cose che incantano la mia anima e che sono belle.
2Invece non posso sopportare tre tipi di persone,
perché il loro comportamento mi irrita al massimo:
il povero quand’è arrogante, il ricco quand’è falso
e un vecchio che, nella sua stupidità, fa adulterio.
Vecchiaia onorata

3Se non hai raccolto da giovane,
cosa ti troverai in mano da vecchio?
4Chi ha i capelli bianchi mostri buon senso,
chi è avanti negli anni dia sempre buoni consigli.
Come è bella la sapienza negli anziani,
la capacità di riflettere e di decidere negli uomini importanti.
Rimandi
25,5 la sapienza conviene agli anziani Sap 4,8-9.
La corona dell’anziano è la sua esperienza
e la fedeltà al Signore il suo vero motivo di gloria.
Rimandi
25,6 fierezza 9,16+. — fedeltà al (timore del) Signore 1,11+.
Dieci situazioni felici

Ci sono nove situazioni di vita che ritengo felici,
anzi ne devo aggiungere una decima:
felice chi è contento dei suoi figli
e chi durante la sua vita vede sconfitti i suoi nemici;
Rimandi
25,7-11 felici Sal 1,1+; 112,1+.
felice l’uomo che vive accanto a una moglie intelligente,
chi non è mai stato tradito dalla lingua
e chi non ha dovuto seguire un padrone indegno;
Rimandi
25,8 moglie intelligente Prv 19,14. — la sua lingua non tradisce 14,1.
Note al Testo
25,8 L’ebraico e l’antica traduzione siriaca aggiungono: felice il contadino che per arare non mette insieme un asino e un bue, accoppiamento proibito dalla legge (vedi Levitico 19,19). Con questa aggiunta viene completato il numero delle dieci beatitudini annunziate al v. 7.
9felice chi ha buon senso
e chi parla a persone ben disposte.
10Come è grande chi è arrivato alla sapienza!
Nessuno però è più grande di chi onora il Signore,
perché la fede nel Signore sta al di sopra di tutto.
L’uomo che la possiede
a quale altra cosa potrà paragonarla?
Rimandi
25,11 la fede nel Signore è al di sopra di tutto 23,27.
12Rispettare il Signore è il primo passo per amarlo
e la fede è il primo passo per unirsi a lui.
La donna cattiva

Si può sopportare qualsiasi ferita, ma non una ferita al cuore,
qualsiasi cattiveria, ma non la cattiveria di una donna.
Rimandi
25,13-26 la donna cattiva 26,5-12.22-27; Prv 19,13+.
14Si può sopportare ogni affronto, ma non quello di chi ti odia,
tutte le ingiustizie, ma non quelle dei nemici.
15Il veleno peggiore è quello del serpente
e la collera che più distrugge è quella della donna.
Preferirei stare con un leone o con un drago,
ma non con una donna cattiva.
Rimandi
25,16 stare con una donna cattiva Prv 21,9.19; 25,24.
17Quando si lascia prendere dalla cattiveria,
la donna cambia il suo aspetto:
il suo volto scuro la fa sembrare un orso;
suo marito dovrà andare a sedersi a tavola dai vicini
e, pieno di amarezza, sarà costretto a piangere.
Note al Testo
25,18 sedersi a tavola: così si può intendere il testo greco, mentre l’ebraico e l’antica versione siriaca hanno semplicemente sedersi.
19Niente è peggiore della cattiveria della donna,
una donna così se la merita solo il peccatore.
20Una strada sabbiosa in salita per i piedi di un vecchio:
ecco cos’è la donna chiacchierona per un marito tranquillo.
21Non lasciarti sedurre da una bella donna
e non desiderare di conquistarla.
22Chi poi si fa mantenere da sua moglie
si aspetti scatti d’ira, insulti e disonore.
Una moglie cattiva umilia il marito,
lo rende scontento e lo ferisce al cuore.
Se la donna non fa contento il marito,
lui sarà fiacco e privo di vitalità.
Rimandi
25,23 non fa contento cfr. Prv 31,11-12.
La storia del peccato è cominciata con una donna
e per causa sua tutti siamo destinati a morire.
Rimandi
25,24 la storia del peccato è cominciata Gn 3,1-6; 2 Cor 11,3; 1 Tm 2,14. — tutti siamo destinati a morire Gn 3,19.22.
25Non lasciare che una cisterna si svuoti
e che una donna cattiva dica tutto quel che le sta dentro;
se non fa quel che le dici
separati da lei e mandala via.
Note al Testo
25,26 Se non… dici: altri: Se non cammina al cenno della tua mano.

Rimandi

25,5 la sapienza conviene agli anziani Sap 4,8-9.
25,6 fierezza 9,16+. — fedeltà al (timore del) Signore 1,11+.
25,7-11 felici Sal 1,1+; 112,1+.
25,8 moglie intelligente Prv 19,14. — la sua lingua non tradisce 14,1.
25,11 la fede nel Signore è al di sopra di tutto 23,27.
25,13-26 la donna cattiva 26,5-12.22-27; Prv 19,13+.
25,16 stare con una donna cattiva Prv 21,9.19; 25,24.
25,23 non fa contento cfr. Prv 31,11-12.
25,24 la storia del peccato è cominciata Gn 3,1-6; 2 Cor 11,3; 1 Tm 2,14. — tutti siamo destinati a morire Gn 3,19.22.

Note al Testo

25,1 Di tre cose… bella: così il testo greco, per il quale continua ancora qui il discorso della sapienza. Il testo dell’antica versione siriaca dice invece: Vi sono tre cose che incantano la mia anima e che sono belle.
25,8 L’ebraico e l’antica traduzione siriaca aggiungono: felice il contadino che per arare non mette insieme un asino e un bue, accoppiamento proibito dalla legge (vedi Levitico 19,19). Con questa aggiunta viene completato il numero delle dieci beatitudini annunziate al v. 7.
25,18 sedersi a tavola: così si può intendere il testo greco, mentre l’ebraico e l’antica versione siriaca hanno semplicemente sedersi.
25,26 Se non… dici: altri: Se non cammina al cenno della tua mano.