Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

BibbiaEDU-logo

Primo libro delle Cronache 6

Altri discendenti di Levi

Figli di Levi: Gherson, Keat e Merarì.
Rimandi
6,1-4 Nm 3,17-20.
2I figli di Gherson si chiamavano Libnì e Simei.
3Figli di Keat: Amram, Isar, Ebron e Uzzièl.
4Figli di Merarì: Maclì e Musì. Questi sono i capostipiti dei gruppi di famiglie della tribù di Levi.
5Discendenti di Gherson: Libnì, Iacat, Zimmà,
6Iòach, Iddo, Zerach e Ieotrài.
7Discendenti di Keat: Amminadàb, Core, Assir,
8Elkana, Abiasàf, Assir,
9Tacat, Urièl, Ozia, Saul.
10-11Elkana ebbe questi altri figli: Amasài, Achimòt, Elkana. Discendenti di Elkana: Sufài, Nacat,
Eliàb, Ierocàm, Elkana, padre di Samuele.
Note al Testo
6,12 L’espressione padre di Samuele manca nel testo ebraico; è presa da un’antica traduzione greca.
Figli di Samuele: il primogenito Gioele e Abia il secondo.
Note al Testo
6,13 Nel testo ebraico c’è soltanto la parola primogenito; il nome Gioele è preso da un’antica traduzione greca (vedi 6,18 e 1 Samuele 8,2).
14Discendenti di Merarì: Maclì, Libnì, Simei, Uzzà,
15Simeà, Agghia e Asaià.
I leviti cantori istituiti da Davide

16Il re Davide, quando fu collocata a Gerusalemme l’arca dell’alleanza, fondò un gruppo di cantori per il tempio del Signore.
17Prima che Salomone costruisse il tempio di Gerusalemme, questi cantori prestavano servizio, secondo un preciso regolamento, davanti alla tenda dell’incontro, luogo della presenza di Dio.
18I leviti incaricati di questo servizio con i loro figli erano i seguenti:
Eman, il capocoro, apparteneva ai discendenti di Keat. I suoi antenati erano, in linea ascendente: Gioele, Samuele,
19Elkana, Ierocàm, Elièl, Tòach,
20Suf, Elkana, Macat, Amasài,
21Elkana, Gioele, Azaria, Sofonia,
22Tacat, Assir, Abiasàf, Core,
23Isar, Keat, Levi e Israele.
24Alla destra di Eman stava il suo collega Asaf. I suoi antenati erano, in linea ascendente: Berechia, Simeà,
25Michele, Baasìa, Malchia,
26Etnì, Zerach, Adaià,
27Etan, Zimmà, Simei,
28Iacat, Ghersom e Levi.
29Alla sinistra del capocoro stavano i cantori discendenti da Merarì, diretti da Etan. I suoi antenati erano, in linea ascendente: Kisì, Abdì, Malluc,
30Casabia, Amasia, Chelkia,
31Amsì, Banì, Semer,
32Maclì, Musì, Merarì e Levi.
33Agli altri leviti erano affidati tutti i diversi incarichi nel luogo del santuario di Dio.
Il compito dei discendenti di Aronne

34I discendenti di Aronne erano incaricati, come era stato lui, di bruciare gli animali e l’incenso sugli altari a ciò destinati. Si occupavano dei riti nel luogo santissimo e presiedevano le celebrazioni per il perdono dei peccati del popolo d’Israele. Essi seguivano in tutto le prescrizioni di Mosè, servo di Dio.
Questa è la lista dei discendenti di Aronne: Eleàzaro, Finees, Abisuà,
Rimandi
6,35-38 5,30-34.
36Bukkì, Uzzì, Zerachia,
37Meraiòt, Amaria, Achitùb,
38Sadoc, Achimàas.
Le città dei leviti
(vedi Giosuè 21,10-19)

Questo è l’elenco dei luoghi di residenza assegnati ai discendenti di Aronne.
Il gruppo dei discendenti di Keat fu sorteggiato per primo.
Rimandi
6,39-45 Gs 21,10-19.
40Gli fu assegnata la città di Ebron nella regione della Giudea con i pascoli circostanti.
41Però la campagna coltivabile e i villaggi appartenenti alla città erano stati assegnati al gruppo di Caleb, figlio di Iefunnè.
Alle famiglie dei discendenti di Aronne furono assegnate le seguenti città, che erano città-rifugio: Ebron, Libna, Iattir, Estemòa, Chilez, Debìr, Asan, Bet-Semes e, nel territorio della tribù di Beniamino, Gheba, Alèmet, Anatòt, in tutto tredici città, con i pascoli circostanti.
Note al Testo
6,42-45 Le città nominate sono solo undici. In Giosuè 21,13-18 ci sono in più Iutta e Gàbaon e solo Ebron è detta città-rifugio.
Agli altri gruppi dei discendenti di Keat furono assegnate per sorteggio dieci città nel territorio di metà della tribù di Manasse.
Rimandi
6,46-48 Gs 21,5-8.
Note al Testo
6,46 Secondo Giosuè 21,5 sono compresi anche i territori delle tribù di Èfraim e di Dan.
47Ai discendenti di Ghersom furono assegnate tredici città nei territori della tribù di Ìssacar, Aser, Nèftali e della metà della tribù di Manasse residente in Basan.
48Al gruppo di Merarì furono assegnate per sorteggio dodici città nei territori delle tribù di Ruben, Gad e Zàbulon.
49Gli Israeliti assegnarono ai discendenti di Levi tutte queste città con i pascoli circostanti.
50Furono tutte assegnate per sorteggio, comprese quelle situate nei territori delle tribù di Giuda, Simeone e Beniamino nominate all’inizio.
Le città assegnate, con i pascoli circostanti, ai discendenti di Keat furono: nel territorio della tribù di Èfraim: Sichem, una città-rifugio sulle montagne di Èfraim, Ghezer, Iokmeàm, Bet-Oron, Àialon e Gat-Rimmon; nel territorio occidentale della tribù di Manasse: Aner e Bileàm.
Rimandi
6,51-56 Gs 21,20-39.
Note al Testo
6,51-55 città-rifugio: l’espressione potrebbe riferirsi non soltanto a Sichem (vedi Giosuè 21,21), ma a tutto l’elenco. — Aner: in Giosuè 21,25: Taanac.
56-61Le città assegnate, con i pascoli circostanti, ai discendenti di Ghersom furono: nel territorio orientale della tribù di Manasse: Golan nella regione di Basan e Astaròt; nel territorio della tribù di Ìssacar: Kedes, Daberàt, Ramot e Anem; nel territorio della tribù di Aser: Masal, Abdon, Cukok e Recob; nel territorio della tribù di Nèftali; Kedes in Galilea, Cammon e Kiriatàim.
62-66Le città assegnate, con i pascoli circostanti, ai discendenti di Merarì furono:
nel territorio della tribù di Zàbulon: Rimmon e Tabor;
nel territorio della tribù di Ruben a est del Giordano di fronte a Gerico: Beser nella zona del deserto, Iaas, Kedemòt e Mefàat;
nel territorio della tribù di Gad: Ramot di Gàlaad, Macanàim, Chesbon e Iazer.

Rimandi

6,1-4 Nm 3,17-20.
6,35-38 5,30-34.
6,39-45 Gs 21,10-19.
6,46-48 Gs 21,5-8.
6,51-56 Gs 21,20-39.

Note al Testo

6,12 L’espressione padre di Samuele manca nel testo ebraico; è presa da un’antica traduzione greca.
6,13 Nel testo ebraico c’è soltanto la parola primogenito; il nome Gioele è preso da un’antica traduzione greca (vedi 6,18 e 1 Samuele 8,2).
6,42-45 Le città nominate sono solo undici. In Giosuè 21,13-18 ci sono in più Iutta e Gàbaon e solo Ebron è detta città-rifugio.
6,46 Secondo Giosuè 21,5 sono compresi anche i territori delle tribù di Èfraim e di Dan.
6,51-55 città-rifugio: l’espressione potrebbe riferirsi non soltanto a Sichem (vedi Giosuè 21,21), ma a tutto l’elenco. — Aner: in Giosuè 21,25: Taanac.