Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

BibbiaEDU-logo

Proverbi 18

1L’egoista non ascolta che i suoi desideri;
egli non si cura dei consigli altrui.
2Lo stolto non si preoccupa di capire,
ma di dire quel che pensa.
3L’infamia è compagna del malvagio;
chi disprezza mieterà insulti.
4Le parole umane sono come acque profonde,
torrente straripante, sorgente di saggezza.
Non è giusto favorire il colpevole
e negare i suoi diritti all’innocente.
Rimandi
18,5 negare i diritti all’innocente Sal 35,11; cfr. Prv 24,23-24+.
Le parole dello stolto provocano liti,
i suoi discorsi gli procurano guai.
Rimandi
18,6 le parole dello stolto Prv 13,3+.
7Lo stolto si rovina con le sue stesse parole,
si intrappola nei suoi stessi discorsi.
8Le parole del calunniatore sono un boccone prelibato,
che va giù dritto nello stomaco.
9Chi trascura il suo lavoro
è compagno di chi distrugge.
Il Signore protegge come una fortezza potente,
a lui ricorre il giusto e si trova al sicuro.
Rimandi
18,10 il Signore, una fortezza Sal 124,8+.
11Fortezza del ricco sono le sue ricchezze;
pensa che siano una muraglia imbattibile.
12Chi è pieno di orgoglio va in rovina;
prima dell’onore c’è l’umiltà.
13Rispondere prima di ascoltare
è pura follia e vergognosa stupidità.
14Con il morale alto si può vincere una malattia,
ma da un animo depresso come si guarisce?
15Chi è intelligente cerca di conoscere,
chi è saggio è sempre pronto a imparare.
A chi dà bustarelle si spalanca ogni porta:
è introdotto alla presenza dei potenti.
Rimandi
18,16 le bustarelle Prv 17,8+.
17Il primo che parla in un processo sembra aver ragione,
poi interviene l’avversario e lo contesta.
18Si mette fine a un litigio gettando i dadi:
così si decide la questione anche tra potenti.
19Un fratello offeso è più inaccessibile di una fortezza:
le liti sono come i catenacci di un castello.
20Ciascuno raccoglie i frutti delle sue parole,
ognuno si sazia del frutto dei suoi discorsi.
Dalla lingua dipendono la vita e la morte:
ognuno mangia il frutto che gli piace.
Rimandi
18,21 potere della lingua Prv 16,27+.
Chi trova una sposa trova un tesoro;
il Signore è stato buono con lui.
Rimandi
18,22 donna e fortuna Prv 19,14; 31,10.11; Gn 2,18; Sir 26,1-4; cfr. Prv 19,13+.
23Il povero parla per chiedere umilmente,
il ricco risponde con durezza.
24Ci sono amici che mandano in rovina,
ci sono amici più affezionati di un fratello.

Rimandi

18,5 negare i diritti all’innocente Sal 35,11; cfr. Prv 24,23-24+.
18,6 le parole dello stolto Prv 13,3+.
18,10 il Signore, una fortezza Sal 124,8+.
18,16 le bustarelle Prv 17,8+.
18,21 potere della lingua Prv 16,27+.
18,22 donna e fortuna Prv 19,14; 31,10.11; Gn 2,18; Sir 26,1-4; cfr. Prv 19,13+.