Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

Capitoli
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13

INTRODUZIONE
AL LIBRO DI NEEMIA

Caratteristiche principali

Il libro di Neemia è la continuazione di quello di Esdra. Ha un carattere particolare, perché ha la forma di una raccolta di ricordi e di un diario dello stesso Neemia.
Egli era un laico, funzionario alla corte di Artaserse, re di Persia. Ottenne il permesso di recarsi a Gerusalemme con lo scopo di ricostruire le difese della città e di riorganizzare la vita civile e religiosa. Appena giunto a Gerusalemme, Neemia ispezionò di notte le mura e si rese conto dell’urgenza di ripararle (capitoli 1-2).
Neemia trovò grande collaborazione, ma dovette anche affrontare l’opposizione delle popolazioni non ebraiche e le difficoltà soprattutto economiche degli Ebrei (capitoli 3-7).
Al centro del libro, nei capitoli 8-10, Esdra appare accanto a Neemia nel corso di una solenne lettura pubblica della legge, alla quale seguono una lunga preghiera di penitenza e il solenne impegno da parte del popolo di essere fedele all’osservanza della legge.
Dopo alcuni elenchi che danno il quadro della popolazione ebraica di Gerusalemme e dintorni (capitoli 11-12,26), riprende il racconto di Neemia che parla della solenne inaugurazione delle mura ricostruite e di alcune norme da lui stabilite che riguardano particolarmente il rispetto del sabato (capitoli 12,27-13).
Autore e ambiente storico

Il libro ci fa conoscere le difficoltà incontrate dalla comunità ebraica nei primi tempi dopo l’esilio di Babilonia. La ricostruzione delle mura di Gerusalemme rappresenta l’impegno con cui questa comunità cerca di ritrovare una propria consistenza civile e religiosa: gran parte del libro descrive infatti l’organizzazione sociale, fondata sulla legge mosaica, che deve caratterizzare una città ideale, Gerusalemme, la quale diventa il centro di un mondo ebraico privo ormai di strutture politiche autonome.
Neemia è un personaggio interessante per il suo coraggio, la lucidità delle decisioni e la grande onestà. Attorno a lui si muove un popolo angustiato da molte difficoltà, che però è pieno di speranza e desideroso di rimanere unito e solidale. Neemia lo guida con abilità e discrezione, ma la sua forza più grande sta nella preghiera che egli, in ogni momento difficile, rivolge al Signore.
Schema
— Il ritorno di Neemia a Gerusalemme 1,1-2,20 — La ricostruzione delle mura 3,1-7,72 — Lettura pubblica della legge 8,1-10,39 — Le altre riforme di Neemia 11,1-13,31