Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

Capitoli
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22

Apocalisse 1

Introduzione
Beato chi fa tesoro dell’insegnamento di questo libro

Questo libro contiene la rivelazione che Gesù *Cristo ha ricevuto da Dio, per far conoscere ai suoi servitori quel che fra breve deve accadere. Gesù ha mandato il suo *angelo al suo servo Giovanni, per farglielo sapere.
Note al Testo
1,1 rivelazione: in greco apokalypsis, da cui proviene la parola apocalisse.
Giovanni è testimone di tutto quel che Dio ha detto e che Gesù Cristo ha rivelato. Questo è ciò che egli ha veduto.
Rimandi
1,2 Parola di Dio e testimonianza di Gesù Ap 1,9; 6,9; 12,17; 19,10; 20,4.
Note al Testo
1,2 veduto: vedi vv. 11.12; ecc. dove Giovanni racconta una visione.
Le cose qui scritte accadranno tra poco: beato dunque chi legge e chi ascolta questo messaggio profetico, e fa tesoro di quanto qui è scritto.
Note al Testo
1,3 chi legge: sottinteso a voce alta durante il culto.
Saluto ai lettori

Alle sette chiese che sono in Asia Minore. Io, Giovanni, vi auguro grazia e pace da parte di Dio — che è, che era e che viene — e dei sette spiriti che stanno davanti al suo trono;
Rimandi
1,4 Dio che è, che era e che viene Ap 1,8; 4,8; 11,17; 16,5; cfr. Es 3,14. — sette spiriti Is 11,2; Ap 3,1; 4,5; 5,6.
Note al Testo
1,4 le sette chiese sono elencate nel v. 11. — Asia: vedi nota ad Atti 16,6.
da parte di Gesù Cristo, il testimone fedele, il primo risuscitato dai morti, il capo dei re della terra: Gesù Cristo, che ci ama e ci ha liberati dai nostri peccati con il sacrificio della sua vita.
Rimandi
1,5 il primo risuscitato Col 1,18. — testimone fedele Sal 89,38; Is 55,4; Ap 2,13; 3,14; 19,11.
Note al Testo
1,5 ci ha liberati: alcuni antichi manoscritti hanno: ci ha lavati.
Egli ci ha fatto regnare con lui come *sacerdoti al servizio di Dio suo Padre. A lui sia la gloria e la potenza per sempre. *Amen.
Rimandi
1,6 un regno di sacerdoti Es 19,6; Is 61,6; 1 Pt 2,5-9; Ap 5,10; 20,6.
Attenzione! Viene tra le nubi,
e tutti lo vedranno,
anche quelli che lo uccisero:
i popoli della terra saranno sconvolti.
Sì, amen.
Rimandi
1,7 tra le nubi Dn 7,13; cfr. Es 19,16; Is 6,4; Mt 24,30; Mc 13,26; Lc 21,27; At 1,9; Ap 14,14. — quelli che lo uccisero Zc 12,10 (Gv 19,37).
Io sono il Primo e l’Ultimo, dice Dio, il Signore, che è, che era e che viene, il Dominatore dell’universo.
Rimandi
1,8 il Dominatore Ap 4,8; 11,17; 15,3; 16,7.14; 19,6.15; 21,22.
Note al Testo
1,8 il Primo e l’Ultimo: è il senso dell’espressione greca l’Alfa e l’Omega, le due parole greche indicano la prima e l’ultima lettera dell’alfabeto; vedi 21,6 e 22,13 dove si aggiunge specificando la formula: l’Inizio e la Fine.
L’autore si presenta

Io sono Giovanni, vostro fratello in Cristo e vostro compagno nella persecuzione, nella costanza, nell’attesa del *regno di Dio. Ero in esilio nell’isola di Patmos, perché avevo annunziato la *parola di Dio e la testimonianza portata da Gesù.
Note al Testo
1,9 L’isola di Patmos si trova nel Mar Egeo a circa 100 km da Efeso; in quest’isola venivano esiliate le persone che l’autorità romana dichiarava indesiderabili.
Un giorno — era il giorno del Signore — lo *Spirito si impadronì di me e udii, dietro di me, una voce forte come una tromba,
Rimandi
1,10 il giorno del Signore At 20,7; 1 Cor 16,2.
Note al Testo
1,10 il giorno del Signore: potrebbe trattarsi di un sabato, secondo il comandamento di dedicare al Signore il settimo giorno. Ma la maggioranza degli interpreti vede qui l’inizio dell’uso cristiano di dedicare al culto divino il primo giorno della settimana, la dies dominica (giorno del Signore) in ricordo della risurrezione.
11che diceva: «Quel che vedi, scrivilo in un libro e manda il libro alle sette chiese dell’*Asia Minore: a Efeso, a Smirne, a Pèrgamo, a Tiàtira, a Sardi, a Filadelfia e a Laodicèa».
Il *Figlio dell’uomo

Mi voltai per vedere chi stava parlando con me, e vidi sette candelabri d’oro
Rimandi
1,12 candelabri Es 25,31-40; 27,20-21; Zc 4,1-14.
e, in mezzo a loro, qualcuno simile a un uomo. Portava una tunica lunga fino ai piedi e una fascia d’oro sul petto.
Rimandi
1,13-15 qualcuno simile a un uomo Dn 7,13; Ap 14,14. — fascia d’oro Dn 10,5. — capelli bianchi Dn 7,9. — gli occhi, i suoi piedi, la sua voce Dn 10,6.
14I suoi capelli erano bianchi, come lana, come la neve. Aveva gli occhi ardenti, come il fuoco.
15I suoi piedi splendevano come bronzo nella fornace, e la sua voce risuonava come il fragore dell’oceano.
Teneva sette stelle nella mano destra, e dalla sua bocca usciva una spada affilata, a doppio taglio. Il suo viso era luminoso, come sole fiammeggiante.
Rimandi
1,16 sette stelle Ap 1,20; 2,1; 3,1. — una spada affilata Is 49,2; Eb 4,12; Ap 19,13-15.
Quando lo vidi, caddi ai suoi piedi, come morto. Ma egli pose la mano destra su di me e disse: «Non spaventarti. Io sono il Primo e l’Ultimo.
Rimandi
1,17 il Primo e l’Ultimo Is 44,6; 48,12; Ap 2,8; 22,13; cfr. 1,8.
Io sono il Vivente. Ero morto, ma ora vivo per sempre. Ho la morte in mio potere, in mio potere è il mondo dei morti.
Rimandi
1,18 il Vivente Eb 7,25.
19Scrivi dunque le cose che vedi: prima le cose presenti e poi quelle che presto accadranno.
20Vedi sette stelle nella mia mano destra, e sette candelabri d’oro: il loro significato nascosto è questo: le sette stelle sono i messaggeri delle sette chiese, e i sette candelabri sono le sette chiese.

Rimandi

1,2 Parola di Dio e testimonianza di Gesù Ap 1,9; 6,9; 12,17; 19,10; 20,4.
1,4 Dio che è, che era e che viene Ap 1,8; 4,8; 11,17; 16,5; cfr. Es 3,14. — sette spiriti Is 11,2; Ap 3,1; 4,5; 5,6.
1,5 il primo risuscitato Col 1,18. — testimone fedele Sal 89,38; Is 55,4; Ap 2,13; 3,14; 19,11.
1,6 un regno di sacerdoti Es 19,6; Is 61,6; 1 Pt 2,5-9; Ap 5,10; 20,6.
1,7 tra le nubi Dn 7,13; cfr. Es 19,16; Is 6,4; Mt 24,30; Mc 13,26; Lc 21,27; At 1,9; Ap 14,14. — quelli che lo uccisero Zc 12,10 (Gv 19,37).
1,8 il Dominatore Ap 4,8; 11,17; 15,3; 16,7.14; 19,6.15; 21,22.
1,10 il giorno del Signore At 20,7; 1 Cor 16,2.
1,12 candelabri Es 25,31-40; 27,20-21; Zc 4,1-14.
1,13-15 qualcuno simile a un uomo Dn 7,13; Ap 14,14. — fascia d’oro Dn 10,5. — capelli bianchi Dn 7,9. — gli occhi, i suoi piedi, la sua voce Dn 10,6.
1,16 sette stelle Ap 1,20; 2,1; 3,1. — una spada affilata Is 49,2; Eb 4,12; Ap 19,13-15.
1,17 il Primo e l’Ultimo Is 44,6; 48,12; Ap 2,8; 22,13; cfr. 1,8.
1,18 il Vivente Eb 7,25.

Note al Testo

1,1 rivelazione: in greco apokalypsis, da cui proviene la parola apocalisse.
1,2 veduto: vedi vv. 11.12; ecc. dove Giovanni racconta una visione.
1,3 chi legge: sottinteso a voce alta durante il culto.
1,4 le sette chiese sono elencate nel v. 11. — Asia: vedi nota ad Atti 16,6.
1,5 ci ha liberati: alcuni antichi manoscritti hanno: ci ha lavati.
1,8 il Primo e l’Ultimo: è il senso dell’espressione greca l’Alfa e l’Omega, le due parole greche indicano la prima e l’ultima lettera dell’alfabeto; vedi 21,6 e 22,13 dove si aggiunge specificando la formula: l’Inizio e la Fine.
1,9 L’isola di Patmos si trova nel Mar Egeo a circa 100 km da Efeso; in quest’isola venivano esiliate le persone che l’autorità romana dichiarava indesiderabili.
1,10 il giorno del Signore: potrebbe trattarsi di un sabato, secondo il comandamento di dedicare al Signore il settimo giorno. Ma la maggioranza degli interpreti vede qui l’inizio dell’uso cristiano di dedicare al culto divino il primo giorno della settimana, la dies dominica (giorno del Signore) in ricordo della risurrezione.