Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

Capitoli
3
13
14
BibbiaEDU-logo

Supplementi a Daniele 3

La preghiera di Azaria

I tre giovani Sadrac, Mesac e Abdènego si misero a camminare in mezzo alle fiamme; lodavano e ringraziavano Dio il Signore.
Note al Testo
3,24 in mezzo alle fiamme: erano stati gettati in una fornace perché non volevano adorare gli idoli (vedi Daniele 3,8-23).
25Azaria si fermò e là, in mezzo al fuoco, pregò ad alta voce:
26«Noi ti lodiamo e ti ringraziamo, Signore, Dio dei nostri padri.
Tu meriti onore e gloria per sempre.
27Tu ci hai trattati come noi ci meritiamo,
sei giusto in tutto quel che hai fatto.
Il tuo modo di agire è perfetto,
le tue decisioni sono sempre secondo verità.
28Sei stato giusto quando ci hai giudicati
e hai mandato i tuoi castighi su di noi
e su Gerusalemme, la città santa dei nostri padri.
Li abbiamo meritati con i nostri peccati.
Perché ti abbiamo offeso con tutte le nostre trasgressioni
e ti abbiamo voltato le spalle.
Non abbiamo ubbidito alla tua legge,
abbiamo sbagliato completamente strada.
Note al Testo
3,29 ti abbiamo offeso Dn 9,5-8; Is 59,12.
30Non abbiamo osservato i tuoi comandamenti,
li abbiamo dimenticati
e non abbiamo fatto quel che ci avevi comandato per il nostro bene.
31Abbiamo meritato la tua condanna;
tutti i castighi che ci hai mandati sono giusti.
Tu ci hai abbandonati in preda a nemici
pieni di odio e ribelli alla tua legge,
in preda a un re ingiusto, il peggiore di tutta la terra.
Note al Testo
3,32 un re ingiusto: allusione immediata a Nabucodònosor, re di Babilonia (vedi Daniele 1,1; 2,1; 3,1); ma i contemporanei dell’autore potevano pensare anche ad Antioco Epifane (vedi Daniele 7,24).
33Ora non abbiamo nemmeno più il coraggio di parlare;
noi tutti che ti serviamo con grande rispetto
siamo nella vergogna e nel disonore.
Ma tu che sei Dio, non rompere la tua alleanza con noi;
per amor tuo, non abbandonarci per sempre!
Note al Testo
3,34 per amor tuo Is 48,9; Ger 14,7; Ez 20,9; Sal 23,3.
35Non cessare di volerci bene.
Mantieni la promessa fatta ad Abramo, tuo amico,
a Isacco, tuo servitore,
e a Giacobbe, il padre del tuo popolo santo, Israele!
Tu hai promesso di dar loro una discendenza
numerosa come le stelle del cielo,
e come la sabbia in riva al mare.
Note al Testo
3,36 come le stelle del cielo e come la sabbia in riva al mare Gn 15,5; 22,17.
37Ma oggi, o Signore, noi siamo il più piccolo di tutti i popoli,
a causa dei nostri peccati siamo disprezzati su tutta la terra.
38Siamo senza re, senza profeti e senza capi.
Non c’è più il tempio, dove poterti offrire sacrifici, doni e incenso;
nessun posto dove presentare i primi frutti alla tua presenza
e ottenere il tuo perdono.
39Ma noi veniamo a te con cuore pentito e con animo umile;
e ti chiediamo di accoglierci
come se portassimo montoni e tori
o migliaia di grossi agnelli da offrirti in sacrificio.
40Accettaci oggi come sacrificio a te gradito,
fa’ che possiamo continuare a seguirti,
perché non andrà mai deluso chiunque confida in te.
41Promettiamo di seguirti con tutto il cuore,
di pregarti e di cercarti sempre.
Non lasciarci nel disonore,
42ma trattaci con grande misericordia;
tu che sei infinitamente buono!
43Liberaci, o Signore, con le tue opere meravigliose;
dimostra com’è glorioso il tuo nome!
44Siano confusi tutti quelli che ci fanno del male!
Togli loro il potere e il dominio,
annienta la loro forza.
Riconoscano, o Signore, che soltanto tu sei Dio
e domini glorioso su tutta la terra».
Note al Testo
3,45 unico Signore Dt 6,4; Sal 83,18-19; 86,10.
Il cantico dei tre giovani

46I servi del re che avevano gettato i tre giovani nella fornace continuavano ad attizzare il fuoco con bitume, stoppa, pece e legna secca.
47Le fiamme si alzavano per più di venti metri sopra la fornace.
48Si allargarono attorno e bruciarono i Babilonesi vicini alla fornace.
49Ma un angelo del Signore scese nella fornace dov’erano Azaria e i suoi compagni, e spinse le fiamme fuori della fornace,
50al cui interno invece era come se soffiasse un venticello carico di rugiada. Il fuoco non li toccò neppure, non fece loro alcun male.
51Allora, dalla fornace i tre giovani si misero a lodare e ringraziare Dio insieme:
52«Noi ti lodiamo, Signore, Dio dei nostri padri,
a te la lode e la gloria per sempre!
Noi ti lodiamo perché sei santo e glorioso
a te la lode e la gloria per sempre!
53Noi ti lodiamo perché nel tempio
tu manifesti che sei santo e glorioso;
a te la lode e la gloria per sempre!
c55 55 Noi ti lodiamo perché siedi più in alto dei cherubini
e guardi giù verso gli abissi:
a te la lode e la gloria per sempre!
Note al Testo
3,54-55 In alcuni manoscritti i versi 54-55 sono invertiti tra loro, e così pure i versi 58-59 e 77-78; anche i versi 69-70 compaiono in essi come 71-72 e i versi 71-72 come 69-70.
55(54) 55(54) 54 Noi ti lodiamo perché siedi sul tuo trono regale:
a te la lode e la gloria per sempre!
56Sii lodato per il firmamento:
a te la lode e la gloria per sempre!
57Lodate il Signore, voi tutte creature del Signore,
a lui l’onore e la gloria per sempre.
58(59) 58(59) 59 O cieli, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
59(58) 59(58) 58 Messaggeri del Signore, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
Acque del cielo, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
Note al Testo
3,60 Acque Gn 1,7; Sal 148,4.
d Astri del cielo, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
Note al Testo
3,61 Astri del cielo: questo può essere, nel contesto del cantico, il senso dell’espressione greca: potenze del Signore, che alcuni preferiscono tradurre: eserciti del Signore; con essa si indicano appunto i numerosi esseri celesti al servizio del Signore.
62Sole e luna, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
63Stelle del cielo, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
64Piogge e rugiade, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
65O venti tutti, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
66Fuoco e calore, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
67Freddo e caldo, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
68Rugiada e neve, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
69(71) 69(71) 71 Notti e giorni, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
70(72) 70(72) 72 Luce e tenebre, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
71(69) 71(69) 69 Freddo e gelo, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
72(70) 72(70) 70 Brina e nevi, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
73Nuvole e lampi, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
74Tutta la terra lodi il Signore:
lo lodi e lo esalti per sempre!
75Monti e colline, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
76Voi tutte, piante della terra, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
77(78) 77(78) 78 Mari e fiumi, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
78(77) 78(77) 77 Sorgenti tutte, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
79Pesci grandi e piccoli, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
80Uccelli tutti, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
81Animali tutti, selvatici e domestici, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
82Uomini tutti, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
83E voi, Israeliti, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
84Sacerdoti del Signore, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
85Voi che servite il Signore, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
86Voi tutti, suoi fedeli, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
Santi e poveri di fronte a Dio, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
Note al Testo
3,87 santi e poveri di fronte a Dio Sof 2,3.
88Ananìa, Azaria e Misaele, lodate il Signore:
a lui l’onore e la gloria per sempre!
Egli ci ha liberati dal regno dei morti
e salvati dal suo potere.
Egli ci ha fatti uscire dalla fornace in fiamme
e ci ha strappati dal fuoco.
89Ringraziate il Signore perché è buono:
il suo amore durerà per sempre!
Voi tutti che amate il Signore, lodate il Dio degli dèi:
cantate e ringraziatelo
perché il suo amore dura per sempre!».
Note al Testo
3,90 Dio degli dei Dn 2,47.

Note al Testo

3,24 in mezzo alle fiamme: erano stati gettati in una fornace perché non volevano adorare gli idoli (vedi Daniele 3,8-23).
3,29 ti abbiamo offeso Dn 9,5-8; Is 59,12.
3,32 un re ingiusto: allusione immediata a Nabucodònosor, re di Babilonia (vedi Daniele 1,1; 2,1; 3,1); ma i contemporanei dell’autore potevano pensare anche ad Antioco Epifane (vedi Daniele 7,24).
3,34 per amor tuo Is 48,9; Ger 14,7; Ez 20,9; Sal 23,3.
3,36 come le stelle del cielo e come la sabbia in riva al mare Gn 15,5; 22,17.
3,45 unico Signore Dt 6,4; Sal 83,18-19; 86,10.
3,54-55 In alcuni manoscritti i versi 54-55 sono invertiti tra loro, e così pure i versi 58-59 e 77-78; anche i versi 69-70 compaiono in essi come 71-72 e i versi 71-72 come 69-70.
3,60 Acque Gn 1,7; Sal 148,4.
3,61 Astri del cielo: questo può essere, nel contesto del cantico, il senso dell’espressione greca: potenze del Signore, che alcuni preferiscono tradurre: eserciti del Signore; con essa si indicano appunto i numerosi esseri celesti al servizio del Signore.
3,87 santi e poveri di fronte a Dio Sof 2,3.
3,90 Dio degli dei Dn 2,47.