Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

Proverbi 6

Prudenza nel dar garanzie per i debiti altrui

Figlio mio, ti sei reso garante per il debito di un amico
dando la tua parola a un estraneo?
Rimandi
6,1-5 pericolo della cauzione Prv 20,16; 22,26-27; Sir 8,13; 29,18-20.
2Ti sei legato a una promessa,
impegnandoti con le tue stesse parole?
3Figlio mio, fa’ così e sarai libero:
va’ da chi ti tiene legato alle tue promesse,
supplica, anche fino a stancarlo, di liberarti;
4non concederti riposo,
non chiudere occhio;
5finché ti sarai sciolto dall’impegno,
come gazzella sfuggita alla trappola
e come uccello scappato dalla rete.
Il pigro

O pigro, sii saggio!
Impara dalla formica,
guarda come si comporta.
Rimandi
6,6 il pigro Prv 19,24; 26,13-16.
Note al Testo
6,6 La formica: in molte culture è considerata come il simbolo della laboriosità e della previdenza.
7Essa non ha padrone,
né capo né sorvegliante.
8D’estate si procura il cibo per l’inverno;
al tempo della mietitura mette da parte il nutrimento.
9E tu, pigro, fino a quando poltrirai nel tuo letto?
Quando ti sveglierai dal tuo sonno?
10Ecco il tuo programma:
un po’ dormire, un po’ sonnecchiare,
un po’ riposare con le mani in mano,
e intanto, come un vagabondo
ti arriva addosso la povertà,
e come un mendicante, la miseria.
Rimandi
6,11 sorte del pigro Prv 15,19; 21,25; 24,30-34.
Note al Testo
6,11 un mendicante: altri: un uomo armato. Il versetto può essere inteso in due modi: il pigro diventa povero e misero, come un vagabondo e un mendicante, oppure la povertà e la miseria piombano improvvisamente sul pigro.
Il furbo

La gente da nulla, i disonesti,
vanno in giro seminando bugie.
Rimandi
6,12-14 falsità Prv 26,24-25+.
13Strizzano l’occhio, fanno segni con le dita,
e altri gesti per trarre in inganno.
14Sono pieni di malizia, non pensano che a far del male,
ogni momento suscitano liti.
La loro rovina sarà completa,
improvvisa e senza rimedi.
Rimandi
6,15 sorte dei disonesti Prv 3,33+.
Quello che il Signore detesta

Sei cose il Signore detesta, e non può assolutamente sopportare:
Rimandi
6,16 Dio non può sopportare Prv 3,32+.
17uno sguardo superbo,
una lingua bugiarda,
mani che uccidono gli innocenti,
18una mente che fa progetti malvagi,
piedi che corrono a fare il male,
testimoni che dicono il falso,
anzi, una settima egli odia ancora di più: chi provoca liti tra fratelli.
Rimandi
6,19 testimoni falsi Prv 19,5; 25,18; Es 20,16+.
Contro l’adulterio

Figlio mio, fa’ come ti ha insegnato tuo padre
e non rifiutare i consigli di tua madre.
Rimandi
6,20 osservare gli insegnamenti Prv 3,1+. — trasmessi dalla famiglia Prv 1,8+.
21Ricorda sempre le loro parole,
custodiscile nel tuo cuore come un tesoro:
22ti guideranno nel tuo cammino,
ti proteggeranno nel tuo riposo,
ti istruiranno al tuo risveglio.
I loro insegnamenti saranno per te un faro luminoso;
i loro consigli ti faranno sapere come comportarti,
i loro richiami ti aiuteranno a vivere da saggio.
Rimandi
6,23 saggezza e vita Prv 4,13+.
Così potrai sfuggire alle seduzioni di donne immorali,
e non cedere alle parole ingannatrici di donne adultere.
Rimandi
6,24 immorali Prv 2,16+.
Note al Testo
6,24 immorali… adultere: vedi nota a 2,16-17.
25Non lasciarti tentare dalla loro bellezza
e non farti ingannare dai loro sguardi;
perché, la prostituta si accontenta di un pezzo di pane,
la donna sposata invece porta via tutto quel che hai.
Rimandi
6,26 la donna sposata e adultera Prv 30,20; Sir 9,9; 23,22-27; cfr. Prv 2,16+.
27Si può portare del fuoco sul petto
senza bruciarsi il vestito?
28Si può camminare sulle braci
senza scottarsi i piedi?
29Così nessuno può andare con la moglie di un altro
senza riceverne un castigo.
30Se un ladro ruba perché ridotto alla fame,
non dev’essere disprezzato;
31eppure, se è scoperto,
dovrà restituire quel che ha preso sette volte di più
e perderà tutto quel che possiede.
32Chi commette adulterio è insensato,
perché vuole la propria rovina;
33sarà disonorato e punito;
sarà sempre uno svergognato.
34Perché un marito geloso va su tutte le furie,
non ha pietà quando si vendica;
35non vorrà saperne di compensi,
rifiuterà qualsiasi dono, anche se grande.

Rimandi

6,1-5 pericolo della cauzione Prv 20,16; 22,26-27; Sir 8,13; 29,18-20.
6,6 il pigro Prv 19,24; 26,13-16.
6,11 sorte del pigro Prv 15,19; 21,25; 24,30-34.
6,12-14 falsità Prv 26,24-25+.
6,15 sorte dei disonesti Prv 3,33+.
6,16 Dio non può sopportare Prv 3,32+.
6,19 testimoni falsi Prv 19,5; 25,18; Es 20,16+.
6,20 osservare gli insegnamenti Prv 3,1+. — trasmessi dalla famiglia Prv 1,8+.
6,23 saggezza e vita Prv 4,13+.
6,24 immorali Prv 2,16+.
6,26 la donna sposata e adultera Prv 30,20; Sir 9,9; 23,22-27; cfr. Prv 2,16+.

Note al Testo

6,6 La formica: in molte culture è considerata come il simbolo della laboriosità e della previdenza.
6,11 un mendicante: altri: un uomo armato. Il versetto può essere inteso in due modi: il pigro diventa povero e misero, come un vagabondo e un mendicante, oppure la povertà e la miseria piombano improvvisamente sul pigro.
6,24 immorali… adultere: vedi nota a 2,16-17.