Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

Numeri

13 1 Il Signore disse a Mosè:
Rimandi Note al Testo
«Manda alcuni a esplorare la terra di Canaan, che sto per dare al popolo d’Israele. Per ogni tribù scegli un uomo tra i capi».
Rimandi
13,2 invio di esploratori Dt 1,19-40; Gs 2,1-24; 7,2-3.
Note al Testo
3 Mosè ubbidì all’ordine del Signore e, dal deserto di Paran, inviò, come spie, uomini scelti fra i capi degli Israeliti.
Rimandi Note al Testo
4 Ecco la loro lista: Sammùa, figlio di Zaccur, della tribù di Ruben;
Rimandi Note al Testo
5 Safat, figlio di Orì, della tribù di Simeone;
Rimandi Note al Testo
6 Caleb, figlio di Iefunnè, della tribù di Giuda;
Rimandi Note al Testo
7 Igal, figlio di Giuseppe, della tribù di Ìssacar;
Rimandi Note al Testo
8 Osea, figlio di Nun, della tribù di Èfraim;
Rimandi Note al Testo
9 Paltì, figlio di Rafu, della tribù di Beniamino;
Rimandi Note al Testo
10 Gaddièl, figlio di Sodì, della tribù di Zàbulon;
Rimandi Note al Testo
11 Gaddì, figlio di Susì, della tribù di Manasse, figlio di Giuseppe;
Rimandi Note al Testo
12 Ammièl, figlio di Ghemallì, della tribù di Dan;
Rimandi Note al Testo
13 Setur, figlio di Michele, della tribù di Aser;
Rimandi Note al Testo
14 Nacbì, figlio di Vofsì, della tribù di Nèftali;
Rimandi Note al Testo
15 e Gheuèl, figlio di Machì, della tribù di Gad.
Rimandi Note al Testo
Questo è l’elenco di quelli che Mosè mandò a esplorare la terra di Canaan. Mosè cambiò il nome a Osea, figlio di Nun, e lo chiamò Giosuè.
Rimandi Note al Testo
13,16 I due nomi Osea e Giosuè derivano dalla stessa radice ebraica e significano tutti e due il Signore salva. Giosuè compare già nel racconto di Esodo 17,8-16 e in Numeri 11,28.
17 Mosè inviò questi uomini a esplorare la terra di Canaan con queste istruzioni: «Entrate nel territorio dal sud e salite nella regione montuosa.
Rimandi Note al Testo
18 Esaminate bene la regione. Osservate se gli abitanti sono forti o deboli, molti o pochi.
Rimandi Note al Testo
19 Guardate se la terra è buona o cattiva, se gli abitanti vivono in città fortificate o in accampamenti;
Rimandi Note al Testo
20 se il suolo è fertile o povero, se vi crescono alberi o no. Mostratevi coraggiosi e portateci anche alcuni frutti di quella terra». Era la stagione in cui matura l’uva.
Rimandi Note al Testo
Quegli uomini partirono dunque dal deserto di Sin, per andare a esplorare la terra di Canaan fino a Recob, presso il passo di Camat.
Rimandi Note al Testo
13,21 deserto di Sin: regione situata a sud dei monti della Giudea (vedi nota Es 16,1). — Recob: secondo Giudici 18,28 doveva trovarsi vicino alle sorgenti del Giordano e del monte Ermon. — il passo di Camat invece si trovava probabilmente molto più a nord.
Entrarono nel territorio dal sud e arrivarono vicino alla città di Ebron, dove abitavano i gruppi di Achimàn, Sesài e Talmài, discendenti di Anak. (La città di Ebron era stata fondata sette anni prima di Tanis in Egitto).
Rimandi Note al Testo
13,22 Ebron: località a 30 km circa a sud-ovest di Gerusalemme. — Anak: personaggio sconosciuto che simboleggia gli antichi abitanti della Palestina: vedi Deuteronomio 2,11Tanis: città egiziana ricostruita durante la seconda metà del 18° secolo a.C. (vedi Esodo 19,21).
Si recarono poi nella valle di Escol dove tagliarono un tralcio di vite con un grappolo d’uva che dovettero portare in due con una stanga. Presero anche frutti di melograni e fichi.
Rimandi Note al Testo
13,23 La valle di Escol si trova a nord di Ebron. La parola ebraica Escol significa grappolo d’uva (vedi v. 24).
24 Quella località prese il nome di valle di Escol (valle del Grappolo), appunto in seguito al fatto di quel grappolo d’uva che gli Israeliti vi avevano preso.
Rimandi Note al Testo
25 Quegli uomini tornarono dal giro di esplorazione nella terra di Canaan dopo quaranta giorni.
Rimandi Note al Testo
Si recarono da Mosè, da Aronne e dal popolo d’Israele a Kades, nel deserto di Paran. Riferirono sull’esplorazione e mostrarono agli Israeliti i frutti di quella terra.
Rimandi Note al Testo
13,26 Kades (o Kades-Barnea, vedi 32,8): è un’oasi situata tra il deserto di Paran, a sud, e il deserto di Sin, a nord (vedi Genesi 16,14 e nota).
Raccontarono a Mosè: «Siamo andati nel territorio dove ci hai mandati. È una terra dove scorre latte e miele. Guarda questi frutti!
Rimandi Note al Testo
13,27 dove scorre latte e miele: espressione divenuta proverbiale per indicare la fertilità della terra (vedi Esodo 3,8; 33,9; Geremia 11,5, ecc.).
28 Però la gente che vi abita è forte e robusta, vive in città molto grandi e ben fortificate. Abbiamo visto là anche i discendenti di Anak.
Rimandi Note al Testo
29 Gli Amaleciti abitano nella regione desertica del sud; in quella montuosa ci sono gli Ittiti, i Gebusei e gli Amorrei; lungo la costa del Mar Mediterraneo e lungo il fiume Giordano, i Cananei».
Rimandi Note al Testo
30 Caleb fece tacere la gente che criticava Mosè, e disse: «Su, partiamo! Conquisteremo quelle terre. Abbiamo la forza per farlo!».
Rimandi Note al Testo
31 Ma i suoi compagni aggiunsero: «Non possiamo attaccarli; sono più forti di noi!».
Rimandi Note al Testo
E, davanti agli Israeliti, cominciarono a parlar male della terra che avevano esplorato. Dicevano: «Abbiamo percorso quella terra in lungo e in largo. È una terra che fa morire quelli che vi abitano, e laggiù abbiamo visto tutta gente di alta statura,
Rimandi Note al Testo
13,32 una terra che fa morire quelli che vi abitano: sia perché è una terra malsana, sia perché vi regna continuamente la guerra.
anche dei giganti, i discendenti di Anak. Di fronte a loro sembravamo cavallette. Proprio questa è l’impressione che dobbiamo aver lasciato loro!».
Rimandi
13,33 giganti Gn 6,4.
Note al Testo

Rimandi

13,2invio di esploratori Dt 1,19-40; Gs 2,1-24; 7,2-3.
13,33giganti Gn 6,4.

Note al Testo

13,16I due nomi Osea e Giosuè derivano dalla stessa radice ebraica e significano tutti e due il Signore salva. Giosuè compare già nel racconto di Esodo 17,8-16 e in Numeri 11,28.
13,21deserto di Sin: regione situata a sud dei monti della Giudea (vedi nota Es 16,1). — Recob: secondo Giudici 18,28 doveva trovarsi vicino alle sorgenti del Giordano e del monte Ermon. — il passo di Camat invece si trovava probabilmente molto più a nord.
13,22Ebron: località a 30 km circa a sud-ovest di Gerusalemme. — Anak: personaggio sconosciuto che simboleggia gli antichi abitanti della Palestina: vedi Deuteronomio 2,11Tanis: città egiziana ricostruita durante la seconda metà del 18° secolo a.C. (vedi Esodo 19,21).
13,23La valle di Escol si trova a nord di Ebron. La parola ebraica Escol significa grappolo d’uva (vedi v. 24).
13,26Kades (o Kades-Barnea, vedi 32,8): è un’oasi situata tra il deserto di Paran, a sud, e il deserto di Sin, a nord (vedi Genesi 16,14 e nota).
13,27dove scorre latte e miele: espressione divenuta proverbiale per indicare la fertilità della terra (vedi Esodo 3,8; 33,9; Geremia 11,5, ecc.).
13,32una terra che fa morire quelli che vi abitano: sia perché è una terra malsana, sia perché vi regna continuamente la guerra.