Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

Capitoli
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24

2 Samuele

2 Dopo questi fatti, Davide invocò il Signore e gli domandò: — Devo andare in qualche città del territorio di Giuda? — Sì, — rispose il Signore. — In quale città? — A Ebron.
Rimandi Note al Testo
2,1 invocò… domandò: vedi nota a Giudici 1,1. — Ebron: città a 30 km a sud di Gerusalemme, vicino a Mamre, dove Abramo costruì un altare al Signore (Genesi 13,18). A Ebron furono sepolti Sara, Abramo e Isacco (Genesi 23,19; 25,49; 35,27). Fu visitata dagli esploratori inviati da Mosè (Numeri 13,22). Fu conquistata da Caleb (Giosuè 15,13-14; Giudici 1,11-13). Ora diventa la prima sede del re Davide.
Davide andò a Ebron e portò con sé le sue due mogli: Achinòam, proveniente da Izreèl, e Abigàil, che era stata prima la moglie di Nabal, proveniente da Carmel.
Rimandi
2,2 le sue due mogli 1Sam 27,3+.
Note al Testo
3 Portò con sé anche i suoi uomini con le loro famiglie, ed essi si stabilirono nei villaggi vicini a Ebron.
Rimandi Note al Testo
Gli uomini della tribù di Giuda vennero a Ebron e consacrarono Davide loro re con il rito dell’unzione. Davide fu informato che gli abitanti di Iabes di Gàlaad avevano dato sepoltura a Saul.
Rimandi Note al Testo
2,4 Iabes di Gàlaad è la città dove fu trasportato e sepolto il corpo del re Saul (vedi 1 Samuele 31,11-13).
5 Allora mandò alcuni messaggeri a dire loro: «Il Signore vi benedica per la fedeltà che avete dimostrato verso Saul, il vostro re, dandogli sepoltura.
Rimandi Note al Testo
6 Il Signore mantenga la sua bontà e la sua fedeltà verso di voi. Da parte mia, m’impegno a trattarvi bene per quel che avete fatto a Saul.
Rimandi Note al Testo
7 Siate, dunque, risoluti e dimostratevi uomini di valore. Il vostro signore Saul è morto, ma ora il popolo di Giuda ha consacrato me come suo re».
Rimandi Note al Testo
Il comandante dell’esercito di Saul, Abner figlio di Ner, aveva preso con sé Is-Baal figlio di Saul e lo aveva condotto a Macanàim al di là del Giordano.
Rimandi Note al Testo
2,8 Is-Baal: in ebraico è anche chiamato Is-Boset o Isvì. — Macanàim: vedi Genesi 32,3 e nota.
Là egli lo aveva fatto re dei territori di Gàlaad, Aser, Izreèl, Èfraim e Beniamino: in breve, di tutto Israele.
Rimandi Note al Testo
2,9 Aser: altri: degli Asuriti tutto Israele: in senso politico e geografico Israele comprende le tribù a nord della tribù di Giuda, e quelle a est del Giordano.
10 Is-Baal aveva quarant’anni quando fu fatto re, e regnò su Israele per due anni. Però il territorio di Giuda rimase sotto Davide.
Rimandi Note al Testo
11 Egli regnò a Ebron sul popolo di Giuda per sette anni e mezzo.
Rimandi Note al Testo
Le truppe di Is-Baal figlio di Saul, guidate da Abner figlio di Ner, lasciarono Macanàim e andarono a Gàbaon.
Rimandi Note al Testo
2,12 Gàbaon: città a circa 10 km a nord-ovest di Gerusalemme. I suoi abitanti non erano Israeliti (vedi Giosuè 9,1-10,15).
Allora anche le truppe di Davide, guidate da Ioab figlio di Seruià, si misero in marcia. I due eserciti si incontrarono alla grande cisterna di Gàbaon e si fermarono sui lati opposti.
Rimandi
2,13 cisterna di Gàbaon Ger 41,12.
Note al Testo
Abner propose a Ioab: — Facciamo combattere davanti a noi soltanto due gruppi dei nostri giovani. Ioab accettò.
Rimandi
2,14 Facciamo combattere soltanto due gruppi cfr. 1Sam 17,10.
Note al Testo
15 Si fecero avanti ventiquattro soldati: dodici della tribù di Beniamino per Is-Baal figlio di Saul e dodici della truppa di Davide.
Rimandi Note al Testo
Ognuno di loro afferrò il suo avversario per la testa e si conficcarono l’un l’altro la spada nel fianco. Così morirono tutti insieme. Da allora quel luogo presso Gàbaon fu chiamato il ‘Campo delle Spade’.
Rimandi
2,16 quel luogo fu chiamato 5,20; 6,8; Gs 7,26; 1Sam 23,28.
Note al Testo
2,16 Campo delle Spade: altre traduzioni possibili: Campo dei Sassi o Campo dei Fianchi, Campo dei cospiratori (antica traduzione greca).
17 Poi ci fu una durissima battaglia per l’intero giorno: Abner e i suoi soldati furono sconfitti dalle truppe di Davide.
Rimandi Note al Testo
18 Alla battaglia parteciparono tutti e tre i figli di Seruià: Ioab, Abisai e Asaèl. Quest’ultimo era veloce come una gazzella selvatica.
Rimandi Note al Testo
19 Si mise a inseguire Abner e corse dietro di lui senza mai cambiare direzione.
Rimandi Note al Testo
20 A un certo punto Abner si voltò e gli chiese: — Sei tu, Asaèl? — Sì, rispose.
Rimandi Note al Testo
21 — Cambia direzione, — gli disse Abner; — insegui qualche soldato, così potrai impadronirti della sua armatura. Ma Asaèl non smise di inseguire Abner.
Rimandi Note al Testo
22 Abner si voltò ancora per dirgli: — Smettila di inseguire me! Vuoi che ti uccida? Se lo farò, come potrò ancora guardare in faccia tuo fratello Ioab?
Rimandi Note al Testo
23 Ma Asaèl non lo ascoltò. Allora Abner, con un colpo di lancia all’indietro, lo colpì nel ventre. La lancia gli uscì dalla schiena. Asaèl cadde a terra morto. Tutti gli altri inseguitori si fermarono là dove Asaèl giaceva a terra.
Rimandi Note al Testo
24 Ma Ioab e Abisai continuarono a inseguire Abner. Al tramonto essi giunsero alla collina di Ammà, di fronte a Ghiach, sulla strada del deserto di Gàbaon.
Rimandi Note al Testo
25 Là, gli uomini della tribù di Beniamino si schierarono in gruppo compatto per difendere Abner e occuparono la sommità di una collina.
Rimandi Note al Testo
Abner chiamò Ioab e gli gridò: — La spada continuerà a ucciderci senza fine? Non sai che questa lotta avrà una triste conclusione? Non sarebbe ora che tu ordinassi ai tuoi uomini di cessare l’inseguimento dei loro fratelli?
Rimandi
2,26 Continueremo senza fine a uccidere? 11,25; 18,8; Dt 32,42; Is 31,8; Ger 46,10.14.
Note al Testo
27 Ioab rispose: — Com’è vero che Dio vive, se non dicevi queste parole i miei uomini avrebbero continuato a inseguire i loro fratelli fino all’alba.
Rimandi Note al Testo
Poi Ioab suonò la tromba: il suo esercito si fermò e smise l’inseguimento e la battaglia.
Rimandi
2,28 suonò la tromba 18,16; 20,22; cfr. 1Re 22,36.
Note al Testo
Abner e i suoi uomini marciarono tutta la notte attraverso il deserto, passarono il Giordano, attraversarono tutta la zona del Bitron e giunsero a Macanàim.
Rimandi Note al Testo
2,29 tutta la zona del Bitron: forse si tratta di una vallata piena di dirupi che saliva dalla pianura del Giordano verso l’altipiano orientale. Altra traduzione possibile: marciarono ancora tutta la mattina.
30 Di ritorno dall’inseguimento di Abner, Ioab radunò le truppe: oltre ad Asaèl mancavano diciannove uomini dell’esercito di Davide.
Rimandi Note al Testo
31 Ma le truppe di Davide avevano ucciso trecentosessanta uomini appartenenti alla tribù di Beniamino e alle truppe di Abner.
Rimandi Note al Testo
32 Ioab e i suoi uomini raccolsero il cadavere di Asaèl e lo seppellirono nella tomba di suo padre, a Betlemme. Poi continuarono la marcia tutta la notte e giunsero a Ebron allo spuntar del giorno.
Rimandi Note al Testo

Rimandi

2,2le sue due mogli 1Sam 27,3+.
2,13cisterna di Gàbaon Ger 41,12.
2,14Facciamo combattere soltanto due gruppi cfr. 1Sam 17,10.
2,16quel luogo fu chiamato 5,20; 6,8; Gs 7,26; 1Sam 23,28.
2,26Continueremo senza fine a uccidere? 11,25; 18,8; Dt 32,42; Is 31,8; Ger 46,10.14.
2,28suonò la tromba 18,16; 20,22; cfr. 1Re 22,36.

Note al Testo

2,1invocò… domandò: vedi nota a Giudici 1,1. — Ebron: città a 30 km a sud di Gerusalemme, vicino a Mamre, dove Abramo costruì un altare al Signore (Genesi 13,18). A Ebron furono sepolti Sara, Abramo e Isacco (Genesi 23,19; 25,49; 35,27). Fu visitata dagli esploratori inviati da Mosè (Numeri 13,22). Fu conquistata da Caleb (Giosuè 15,13-14; Giudici 1,11-13). Ora diventa la prima sede del re Davide.
2,4Iabes di Gàlaad è la città dove fu trasportato e sepolto il corpo del re Saul (vedi 1 Samuele 31,11-13).
2,8Is-Baal: in ebraico è anche chiamato Is-Boset o Isvì. — Macanàim: vedi Genesi 32,3 e nota.
2,9Aser: altri: degli Asuriti tutto Israele: in senso politico e geografico Israele comprende le tribù a nord della tribù di Giuda, e quelle a est del Giordano.
2,12Gàbaon: città a circa 10 km a nord-ovest di Gerusalemme. I suoi abitanti non erano Israeliti (vedi Giosuè 9,1-10,15).
2,16Campo delle Spade: altre traduzioni possibili: Campo dei Sassi o Campo dei Fianchi, Campo dei cospiratori (antica traduzione greca).
2,29tutta la zona del Bitron: forse si tratta di una vallata piena di dirupi che saliva dalla pianura del Giordano verso l’altipiano orientale. Altra traduzione possibile: marciarono ancora tutta la mattina.