Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

GRECO_NT

NT greco

Capitoli
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28

Matteo

NT greco Torna al libro

CEI 2008 Vai al libro

NT greco 22 Καὶ ἀποκριθεὶς ὁ Ἰησοῦς πάλιν εἶπεν ⸂ἐν παραβολαῖς αὐτοῖς⸃ λέγων·
22,1 ἐν παραβολαῖς αὐτοῖς WH Treg NIV ] αὐτοῖς ἐν παραβολαῖς RP
CEI 2008 Gesù riprese a parlare loro con parabole e disse:
22,1-14 Parabola del banchetto di nozze (vedi Lc 14,15-24)
NT greco 22,2 Ὡμοιώθη ἡ βασιλεία τῶν οὐρανῶν ἀνθρώπῳ βασιλεῖ, ὅστις ἐποίησεν γάμους τῷ υἱῷ αὐτοῦ.
CEI 2008 22,2 "Il regno dei cieli è simile a un re, che fece una festa di nozze per suo figlio.
22,2
NT greco 22,3 καὶ ἀπέστειλεν τοὺς δούλους αὐτοῦ καλέσαι τοὺς κεκλημένους εἰς τοὺς γάμους, καὶ οὐκ ἤθελον ἐλθεῖν.
CEI 2008 22,3 Egli mandò i suoi servi a chiamare gli invitati alle nozze, ma questi non volevano venire.
22,3
NT greco πάλιν ἀπέστειλεν ἄλλους δούλους λέγων· Εἴπατε τοῖς κεκλημένοις· Ἰδοὺ τὸ ἄριστόν μου ⸀ἡτοίμακα, οἱ ταῦροί μου καὶ τὰ σιτιστὰ τεθυμένα, καὶ πάντα ἕτοιμα· δεῦτε εἰς τοὺς γάμους.
22,4 ἡτοίμακα WH Treg NIV ] ἡτοίμασα RP
CEI 2008 22,4 Mandò di nuovo altri servi con quest'ordine: "Dite agli invitati: Ecco, ho preparato il mio pranzo; i miei buoi e gli animali ingrassati sono già uccisi e tutto è pronto; venite alle nozze!".
22,4
NT greco οἱ δὲ ἀμελήσαντες ἀπῆλθον, ⸀ὃς μὲν εἰς τὸν ἴδιον ἀγρόν, ⸁ὃς δὲ ⸀ἐπὶ τὴν ἐμπορίαν αὐτοῦ·
22,5 ⸀ὃς WH Treg NIV ] ὁ RP • ⸁ὃς WH Treg NIV ] ὁ RP • ἐπὶ WH Treg NIV ] εἰς RP
CEI 2008 22,5 Ma quelli non se ne curarono e andarono chi al proprio campo, chi ai propri affari;
22,5
NT greco 22,6 οἱ δὲ λοιποὶ κρατήσαντες τοὺς δούλους αὐτοῦ ὕβρισαν καὶ ἀπέκτειναν.
CEI 2008 22,6 altri poi presero i suoi servi, li insultarono e li uccisero.
22,6
NT greco ⸂ὁ δὲ βασιλεὺς⸃ ὠργίσθη, καὶ πέμψας τὰ στρατεύματα αὐτοῦ ἀπώλεσεν τοὺς φονεῖς ἐκείνους καὶ τὴν πόλιν αὐτῶν ἐνέπρησεν.
22,7 ὁ δὲ βασιλεὺς WH Treg NIV ] Καὶ ἀκούσας ὁ βασιλεὺς ἐκεῖνος RP
CEI 2008 Allora il re si indignò: mandò le sue truppe, fece uccidere quegli assassini e diede alle fiamme la loro città.
22,7 Allusione all’incendio di Gerusalemme nel 70 d.C.
NT greco 22,8 τότε λέγει τοῖς δούλοις αὐτοῦ· Ὁ μὲν γάμος ἕτοιμός ἐστιν, οἱ δὲ κεκλημένοι οὐκ ἦσαν ἄξιοι·
CEI 2008 22,8 Poi disse ai suoi servi: "La festa di nozze è pronta, ma gli invitati non erano degni;
22,8
NT greco πορεύεσθε οὖν ἐπὶ τὰς διεξόδους τῶν ὁδῶν, καὶ ὅσους ⸀ἐὰν εὕρητε καλέσατε εἰς τοὺς γάμους.
22,9 ἐὰν WH Treg NIV ] ἂν RP
CEI 2008 22,9 andate ora ai crocicchi delle strade e tutti quelli che troverete, chiamateli alle nozze".
22,9
NT greco καὶ ἐξελθόντες οἱ δοῦλοι ἐκεῖνοι εἰς τὰς ὁδοὺς συνήγαγον πάντας ⸀οὓς εὗρον, πονηρούς τε καὶ ἀγαθούς· καὶ ἐπλήσθη ὁ ⸀γάμος ἀνακειμένων.
22,10 οὓς WH NIV ] ὅσους Treg RP • γάμος Treg NIV RP ] νυμφὼν WH
CEI 2008 22,10 Usciti per le strade, quei servi radunarono tutti quelli che trovarono, cattivi e buoni, e la sala delle nozze si riempì di commensali.
22,10
NT greco 22,11 εἰσελθὼν δὲ ὁ βασιλεὺς θεάσασθαι τοὺς ἀνακειμένους εἶδεν ἐκεῖ ἄνθρωπον οὐκ ἐνδεδυμένον ἔνδυμα γάμου·
CEI 2008 22,11 Il re entrò per vedere i commensali e lì scorse un uomo che non indossava l'abito nuziale.
22,11
NT greco 22,12 καὶ λέγει αὐτῷ· Ἑταῖρε, πῶς εἰσῆλθες ὧδε μὴ ἔχων ἔνδυμα γάμου; ὁ δὲ ἐφιμώθη.
CEI 2008 22,12 Gli disse: "Amico, come mai sei entrato qui senza l'abito nuziale?". Quello ammutolì.
22,12
NT greco τότε ⸂ὁ βασιλεὺς εἶπεν⸃ τοῖς διακόνοις· Δήσαντες αὐτοῦ πόδας καὶ χεῖρας ⸂ἐκβάλετε αὐτὸν⸃ εἰς τὸ σκότος τὸ ἐξώτερον· ἐκεῖ ἔσται ὁ κλαυθμὸς καὶ ὁ βρυγμὸς τῶν ὀδόντων.
22,13 ὁ βασιλεὺς εἶπεν WH Treg NIV ] εἶπεν ὁ βασιλεὺς RP • ἐκβάλετε αὐτὸν WH Treg NIV ] ἄρατε αὐτὸν καὶ ἐκβάλετε RP
CEI 2008 Allora il re ordinò ai servi: "Legatelo mani e piedi e gettatelo fuori nelle tenebre; là sarà pianto e stridore di denti".
22,13 Per lo stridore di denti vedi nota a 8,12.
NT greco 22,14 πολλοὶ γάρ εἰσιν κλητοὶ ὀλίγοι δὲ ἐκλεκτοί.
CEI 2008 Perché molti sono chiamati, ma pochi eletti".
22,14 molti sono chiamati: la massima va capita in relazione all’atteggiamento tenuto dai contemporanei verso Gesù. Vedi anche 19,30.
NT greco 22,15 Τότε πορευθέντες οἱ Φαρισαῖοι συμβούλιον ἔλαβον ὅπως αὐτὸν παγιδεύσωσιν ἐν λόγῳ.
CEI 2008 Allora i farisei se ne andarono e tennero consiglio per vedere come coglierlo in fallo nei suoi discorsi.
22,15-22 Le tasse all’imperatore di Roma (vedi   Mc 12,13-17;   Lc 20,20-26)
NT greco καὶ ἀποστέλλουσιν αὐτῷ τοὺς μαθητὰς αὐτῶν μετὰ τῶν Ἡρῳδιανῶν ⸀λέγοντες· Διδάσκαλε, οἴδαμεν ὅτι ἀληθὴς εἶ καὶ τὴν ὁδὸν τοῦ θεοῦ ἐν ἀληθείᾳ διδάσκεις, καὶ οὐ μέλει σοι περὶ οὐδενός, οὐ γὰρ βλέπεις εἰς πρόσωπον ἀνθρώπων·
22,16 λέγοντες NIV RP ] λέγοντας WH Treg
CEI 2008 Mandarono dunque da lui i propri discepoli, con gli erodiani, a dirgli: "Maestro, sappiamo che sei veritiero e insegni la via di Dio secondo verità. Tu non hai soggezione di alcuno, perché non guardi in faccia a nessuno.
22,16 Gli erodiani costituivano un partito di cortigiani e sostenitori di Erode, favorevoli ai Romani.
NT greco 22,17 εἰπὸν οὖν ἡμῖν τί σοι δοκεῖ· ἔξεστιν δοῦναι κῆνσον Καίσαρι ἢ οὔ;
CEI 2008 Dunque, di' a noi il tuo parere: è lecito, o no, pagare il tributo a Cesare?".
22,17 In caso di risposta affermativa, Gesù sarebbe stato additato al popolo come fautore dell’imperatore pagano; la risposta negativa sarebbe servita come accusa presso l’autorità romana.
NT greco 22,18 γνοὺς δὲ ὁ Ἰησοῦς τὴν πονηρίαν αὐτῶν εἶπεν· Τί με πειράζετε, ὑποκριταί;
CEI 2008 22,18 Ma Gesù, conoscendo la loro malizia, rispose: "Ipocriti, perché volete mettermi alla prova?
22,18
NT greco 22,19 ἐπιδείξατέ μοι τὸ νόμισμα τοῦ κήνσου. οἱ δὲ προσήνεγκαν αὐτῷ δηνάριον.
CEI 2008 Mostratemi la moneta del tributo". Ed essi gli presentarono un denaro.
22,19 Il denaro d’argento di Tiberio recava l’immagine dell’imperatore.
NT greco 22,20 καὶ λέγει αὐτοῖς· Τίνος ἡ εἰκὼν αὕτη καὶ ἡ ἐπιγραφή;
CEI 2008 22,20 Egli domandò loro: "Questa immagine e l'iscrizione, di chi sono?".
22,20
NT greco λέγουσιν ⸀αὐτῷ· Καίσαρος. τότε λέγει αὐτοῖς· Ἀπόδοτε οὖν τὰ Καίσαρος Καίσαρι καὶ τὰ τοῦ θεοῦ τῷ θεῷ.
22,21 αὐτῷ Treg NIV RP ] - WH
CEI 2008 22,21 Gli risposero: "Di Cesare". Allora disse loro: "Rendete dunque a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio".
22,21
NT greco 22,22 καὶ ἀκούσαντες ἐθαύμασαν, καὶ ἀφέντες αὐτὸν ἀπῆλθαν.
CEI 2008 22,22 A queste parole rimasero meravigliati, lo lasciarono e se ne andarono.
22,22
NT greco Ἐν ἐκείνῃ τῇ ἡμέρᾳ προσῆλθον αὐτῷ Σαδδουκαῖοι, ⸀λέγοντες μὴ εἶναι ἀνάστασιν, καὶ ἐπηρώτησαν αὐτὸν
22,23 λέγοντες WH Treg NIV ] οἱ λέγοντες RP
CEI 2008 In quello stesso giorno vennero da lui alcuni sadducei - i quali dicono che non c'è risurrezione - e lo interrogarono:
22,23-33 I sadducei e la risurrezione (vedi   Mc 12,18-27;   Lc 20,27-40)
22,23 I sadducei negavano, al contrario dei farisei, la risurrezione e l’esistenza degli angeli (vedi   At 23,8 e nota a  3,7).
NT greco 22,24 λέγοντες· Διδάσκαλε, Μωϋσῆς εἶπεν· Ἐάν τις ἀποθάνῃ μὴ ἔχων τέκνα, ἐπιγαμβρεύσει ὁ ἀδελφὸς αὐτοῦ τὴν γυναῖκα αὐτοῦ καὶ ἀναστήσει σπέρμα τῷ ἀδελφῷ αὐτοῦ.
CEI 2008 "Maestro, Mosè disse: Se uno muore senza figli, suo fratello ne sposerà la moglie e darà una discendenza al proprio fratello.
22,24 Citazione di Dt 25,5.
NT greco ἦσαν δὲ παρ’ ἡμῖν ἑπτὰ ἀδελφοί· καὶ ὁ πρῶτος ⸀γήμας ἐτελεύτησεν, καὶ μὴ ἔχων σπέρμα ἀφῆκεν τὴν γυναῖκα αὐτοῦ τῷ ἀδελφῷ αὐτοῦ·
22,25 γήμας WH Treg NIV ] γαμήσας RP
CEI 2008 22,25 Ora, c'erano tra noi sette fratelli; il primo, appena sposato, morì e, non avendo discendenza, lasciò la moglie a suo fratello.
22,25
NT greco 22,26 ὁμοίως καὶ ὁ δεύτερος καὶ ὁ τρίτος, ἕως τῶν ἑπτά·
CEI 2008 22,26 Così anche il secondo, e il terzo, fino al settimo.
22,26
NT greco ὕστερον δὲ πάντων ἀπέθανεν ⸀ἡ γυνή.
22,27 ἡ WH NIV ] καὶ ἡ Treg RP
CEI 2008 22,27 Alla fine, dopo tutti, morì la donna.
22,27
NT greco ἐν τῇ ⸂ἀναστάσει οὖν⸃ τίνος τῶν ἑπτὰ ἔσται γυνή; πάντες γὰρ ἔσχον αὐτήν.
22,28 ἀναστάσει οὖν WH Treg NIV ] οὖν ἀναστάσει RP
CEI 2008 22,28 Alla risurrezione, dunque, di quale dei sette lei sarà moglie? Poiché tutti l'hanno avuta in moglie".
22,28
NT greco 22,29 Ἀποκριθεὶς δὲ ὁ Ἰησοῦς εἶπεν αὐτοῖς· Πλανᾶσθε μὴ εἰδότες τὰς γραφὰς μηδὲ τὴν δύναμιν τοῦ θεοῦ·
CEI 2008 22,29 E Gesù rispose loro: "Vi ingannate, perché non conoscete le Scritture e neppure la potenza di Dio.
22,29
NT greco ἐν γὰρ τῇ ἀναστάσει οὔτε γαμοῦσιν οὔτε ⸀γαμίζονται, ἀλλ’ ὡς ἄγγελοι ⸀θεοῦ ἐν ⸀τῷ οὐρανῷ εἰσιν·
22,30 γαμίζονται WH Treg NIV ] ἐκγαμίζονται RP • θεοῦ Holmes ] τοῦ θεοῦ RP; - WH Treg NIV • τῷ WH Treg NIV ] - RP
CEI 2008 22,30 Alla risurrezione infatti non si prende né moglie né marito, ma si è come angeli nel cielo.
22,30
NT greco 22,31 περὶ δὲ τῆς ἀναστάσεως τῶν νεκρῶν οὐκ ἀνέγνωτε τὸ ῥηθὲν ὑμῖν ὑπὸ τοῦ θεοῦ λέγοντος·
CEI 2008 22,31 Quanto poi alla risurrezione dei morti, non avete letto quello che vi è stato detto da Dio:
22,31
NT greco Ἐγώ εἰμι ὁ θεὸς Ἀβραὰμ καὶ ὁ θεὸς Ἰσαὰκ καὶ ὁ θεὸς Ἰακώβ; οὐκ ἔστιν ⸂ὁ θεὸς⸃ νεκρῶν ἀλλὰ ζώντων.
22,32 ὁ θεὸς WH Treg NIV ] ὁ θεὸς θεὸς RP; θεὸς WHmarg
CEI 2008 Io sono il Dio di Abramo, il Dio di Isacco e il Dio di Giacobbe? Non è il Dio dei morti, ma dei viventi!".
22,32 Citazione di Es 3,6. Nel contesto dell’Esodo la frase significa che Dio è fedele all’uomo che egli ama; Gesù si fonda su questo per affermare che il Dio della vita non può abbandonare nella morte coloro che egli ama.
NT greco 22,33 καὶ ἀκούσαντες οἱ ὄχλοι ἐξεπλήσσοντο ἐπὶ τῇ διδαχῇ αὐτοῦ.
CEI 2008 22,33 La folla, udendo ciò, era stupita dal suo insegnamento.
22,33
NT greco 22,34 Οἱ δὲ Φαρισαῖοι ἀκούσαντες ὅτι ἐφίμωσεν τοὺς Σαδδουκαίους συνήχθησαν ἐπὶ τὸ αὐτό.
CEI 2008 Allora i farisei, avendo udito che egli aveva chiuso la bocca ai sadducei, si riunirono insieme
22,34-40 Il grande comandamento (vedi Mc 12,28-34; Lc 10,25-28)
NT greco καὶ ἐπηρώτησεν εἷς ἐξ αὐτῶν νομικὸς πειράζων ⸀αὐτόν·
22,35 αὐτόν WH Treg NIV ] + καὶ λέγων RP
CEI 2008 22,35 e uno di loro, un dottore della Legge, lo interrogò per metterlo alla prova:
22,35
NT greco 22,36 Διδάσκαλε, ποία ἐντολὴ μεγάλη ἐν τῷ νόμῳ;
CEI 2008 22,36 "Maestro, nella Legge, qual è il grande comandamento?".
22,36
NT greco ὁ ⸀δὲ ἔφη αὐτῷ· Ἀγαπήσεις κύριον τὸν θεόν σου ἐν ὅλῃ ⸀τῇ καρδίᾳ σου καὶ ἐν ὅλῃ ⸁τῇ ψυχῇ σου καὶ ἐν ὅλῃ τῇ διανοίᾳ σου·
22,37 δὲ WH Treg NIV ] + Ἰησοῦς RP • ⸀τῇ Treg NIV ] - WH RP • ⸁τῇ WH Treg NIV ] - RP
CEI 2008 Gli rispose: "Amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente.
22,37-39 Citazione di Dt 6,5 e Lv 19,18.
NT greco αὕτη ἐστὶν ⸂ἡ μεγάλη καὶ πρώτη⸃ ἐντολή.
22,38 ἡ μεγάλη καὶ πρώτη WH Treg NIV ] πρώτη καὶ μεγάλη RP
CEI 2008 22,38 Questo è il grande e primo comandamento.
22,38
NT greco Δευτέρα ⸀δὲ ὁμοία ⸀αὐτῇ· Ἀγαπήσεις τὸν πλησίον σου ὡς σεαυτόν.
22,39 δὲ Treg NIV RP ] - WH • αὐτῇ Treg NIV RP ] αὕτη WH
CEI 2008 22,39 Il secondo poi è simile a quello: Amerai il tuo prossimo come te stesso.
22,39
NT greco ἐν ταύταις ταῖς δυσὶν ἐντολαῖς ὅλος ὁ νόμος ⸂κρέμαται καὶ οἱ προφῆται⸃.
22,40 κρέμαται καὶ οἱ προφῆται WH Treg NIV ] καὶ οἱ προφῆται κρέμανται RP
CEI 2008 22,40 Da questi due comandamenti dipendono tutta la Legge e i Profeti".
22,40
NT greco 22,41 Συνηγμένων δὲ τῶν Φαρισαίων ἐπηρώτησεν αὐτοὺς ὁ Ἰησοῦς
CEI 2008 Mentre i farisei erano riuniti insieme, Gesù chiese loro:
22,41-46 Gesù, Figlio di Davide e Signore (vedi Mc 12,35-37; Lc 20,41-44)
NT greco 22,42 λέγων· Τί ὑμῖν δοκεῖ περὶ τοῦ χριστοῦ; τίνος υἱός ἐστιν; λέγουσιν αὐτῷ· Τοῦ Δαυίδ.
CEI 2008 22,42 "Che cosa pensate del Cristo? Di chi è figlio?". Gli risposero: "Di Davide".
22,42
NT greco λέγει αὐτοῖς· Πῶς οὖν Δαυὶδ ἐν πνεύματι ⸂καλεῖ αὐτὸν κύριον⸃ λέγων·
22,43 καλεῖ αὐτὸν κύριον WH Treg NIV ] κύριον αὐτὸν καλεῖ RP
CEI 2008 22,43 Disse loro: "Come mai allora Davide, mosso dallo Spirito, lo chiama Signore, dicendo:

22,43
NT greco ⸀Εἶπεν κύριος τῷ κυρίῳ μου· Κάθου ἐκ δεξιῶν μου ἕως ἂν θῶ τοὺς ἐχθρούς σου ⸀ὑποκάτω τῶν ποδῶν σου;
22,44 Εἶπεν WH Treg NIV ] + ὁ RP • ὑποκάτω WH Treg NIV ] ὑποπόδιον RP
CEI 2008 Disse il Signore al mio Signore:
Siedi alla mia destra
finché io ponga i tuoi nemici
sotto i tuoi piedi?

22,44 Citazione di Sal 110,1.
NT greco 22,45 εἰ οὖν Δαυὶδ καλεῖ αὐτὸν κύριον, πῶς υἱὸς αὐτοῦ ἐστιν;
CEI 2008 Se dunque Davide lo chiama Signore, come può essere suo figlio?".
22,45 Il messia è discendente di Davide (vedi 1,1; 9,27); ma Gesù è anche superiore a Davide: è il suo Signore.
NT greco καὶ οὐδεὶς ἐδύνατο ⸂ἀποκριθῆναι αὐτῷ⸃ λόγον, οὐδὲ ἐτόλμησέν τις ἀπ’ ἐκείνης τῆς ἡμέρας ἐπερωτῆσαι αὐτὸν οὐκέτι.
22,46 ἀποκριθῆναι αὐτῷ WH Treg NIV ] αὐτῷ ἀποκριθῆναι RP
CEI 2008 22,46 Nessuno era in grado di rispondergli e, da quel giorno, nessuno osò più interrogarlo.


22,46