Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

GRECO_NT

NT greco

Capitoli
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16

Marco

NT greco Torna al libro

CEI 1974 Vai al libro

NT greco 2 Καὶ ⸀εἰσελθὼν πάλιν εἰς Καφαρναοὺμ δι’ ⸀ἡμερῶν ἠκούσθη ὅτι ⸂ἐν οἴκῳ⸃ ἐστίν·
2,εἰσελθὼν WH Treg NIV ] εἰσῆλθεν RP • ἡμερῶν WH Treg NIV ] + καὶ RP • ἐν οἴκῳ WH Treg NIV ] εἰς οἶκόν RP
CEI 1974 Ed entrò di nuovo a Cafarnao dopo alcuni giorni. Si seppe che era in casa
2,1 Cfr. Mt 9,1-8. cfr. Lc 5,17-26. Gesù è nella casa di Pietro.
NT greco ⸀καὶ συνήχθησαν πολλοὶ ὥστε μηκέτι χωρεῖν μηδὲ τὰ πρὸς τὴν θύραν, καὶ ἐλάλει αὐτοῖς τὸν λόγον.
2,καὶ WH NIV ] + εὐθέως Treg RP
CEI 1974 e si radunarono tante persone, da non esserci più posto neanche davanti alla porta, ed egli annunziava loro la parola.
2,2 La parola è il vangelo di Dio:cfr. 1,14.
NT greco καὶ ἔρχονται ⸂φέροντες πρὸς αὐτὸν παραλυτικὸν⸃ αἰρόμενον ὑπὸ τεσσάρων.
2,φέροντες πρὸς αὐτὸν παραλυτικὸν WH NIV ] πρὸς αὐτὸν φέροντες παραλυτικὸν Treg; πρὸς αὐτὸν παραλυτικὸν φέροντες RP
CEI 1974 2,3 Si recarono da lui con un paralitico portato da quattro persone.
NT greco καὶ μὴ δυνάμενοι ⸀προσενέγκαι αὐτῷ διὰ τὸν ὄχλον ἀπεστέγασαν τὴν στέγην ὅπου ἦν, καὶ ἐξορύξαντες χαλῶσι τὸν κράβαττον ⸀ὅπου ὁ παραλυτικὸς κατέκειτο.
2,προσενέγκαι WH NIV ] προσεγγίσαι Treg RP • ὅπου WH Treg NIV ] ἐφ᾽ ᾧ RP
CEI 1974 2,4 Non potendo però portarglielo innanzi, a causa della folla, scoperchiarono il tetto nel punto dov`egli si trovava e, fatta un`apertura, calarono il lettuccio su cui giaceva il paralitico.
NT greco ⸂καὶ ἰδὼν⸃ ὁ Ἰησοῦς τὴν πίστιν αὐτῶν λέγει τῷ παραλυτικῷ· Τέκνον, ⸂ἀφίενταί σου⸃ αἱ ⸀ἁμαρτίαι.
2,καὶ ἰδὼν WH NIV ] ἰδὼν δὲ Treg RP • ἀφίενταί σου WH Treg NIV ] ἀφέωνταί σοι RP • ἁμαρτίαι WH Treg NIV ] + σου RP
CEI 1974 2,5 Gesù, vista la loro fede, disse al paralitico: "Figliolo, ti sono rimessi i tuoi peccati".
NT greco 2,6 ἦσαν δέ τινες τῶν γραμματέων ἐκεῖ καθήμενοι καὶ διαλογιζόμενοι ἐν ταῖς καρδίαις αὐτῶν·
CEI 1974 2,6 Erano là seduti alcuni scribi che pensavano in cuor loro:
NT greco Τί οὗτος οὕτως λαλεῖ; ⸀βλασφημεῖ· τίς δύναται ἀφιέναι ἁμαρτίας εἰ μὴ εἷς ὁ θεός;
2,βλασφημεῖ WH Treg NIV ] βλασφημίας RP
CEI 1974 2,7 "Perché costui parla così? Bestemmia! Chi può rimettere i peccati se non Dio solo?".
NT greco καὶ ⸀εὐθὺς ἐπιγνοὺς ὁ Ἰησοῦς τῷ πνεύματι αὐτοῦ ὅτι ⸀οὕτως διαλογίζονται ἐν ἑαυτοῖς ⸀λέγει αὐτοῖς· Τί ταῦτα διαλογίζεσθε ἐν ταῖς καρδίαις ὑμῶν;
2,εὐθὺς WH Treg NIV ] εὐθέως RP • οὕτως WH Treg NIV ] + αὐτοὶ RP • λέγει WH Treg NIV ] εἶπεν RP
CEI 1974 2,8 Ma Gesù, avendo subito conosciuto nel suo spirito che così pensavano tra sé, disse loro: "Perché pensate così nei vostri cuori?
NT greco τί ἐστιν εὐκοπώτερον, εἰπεῖν τῷ παραλυτικῷ· ⸀Ἀφίενταί σου αἱ ἁμαρτίαι, ἢ εἰπεῖν· ⸀Ἔγειρε καὶ ἆρον ⸂τὸν κράβαττόν σου⸃ καὶ περιπάτει;
2,Ἀφίενταί WH Treg NIV ] Ἀφέωνταί RP • Ἔγειρε NIV ] Ἐγείρου WH Treg; Ἔγειραι RP • τὸν κράβαττόν σου WH Treg NIV ] σου τὸν κράββατον RP
CEI 1974 2,9 Che cosa è più facile: dire al paralitico: Ti sono rimessi i peccati, o dire: Alzati, prendi il tuo lettuccio e cammina?
NT greco ἵνα δὲ εἰδῆτε ὅτι ἐξουσίαν ἔχει ὁ υἱὸς τοῦ ἀνθρώπου ⸂ἐπὶ τῆς γῆς ἀφιέναι ἁμαρτίας⸃— λέγει τῷ παραλυτικῷ·
2,ἐπὶ τῆς γῆς ἀφιέναι ἁμαρτίας Treg ] ἀφιέναι ἁμαρτίας ἐπὶ τῆς γῆς WH NIV; ἀφιέναι ἐπὶ τῆς γῆς ἁμαρτίας RP
CEI 1974 2,10 Ora, perché sappiate che il Figlio dell`uomo ha il potere sulla terra di rimettere i peccati,
NT greco Σοὶ λέγω, ⸀ἔγειρε ἆρον τὸν κράβαττόν σου καὶ ὕπαγε εἰς τὸν οἶκόν σου.
2,ἔγειρε WH Treg NIV ] ἔγειραι καὶ RP
CEI 1974 2,11 ti ordino - disse al paralitico - alzati, prendi il tuo lettuccio e và a casa tua".
NT greco καὶ ἠγέρθη ⸂καὶ εὐθὺς⸃ ἄρας τὸν κράβαττον ἐξῆλθεν ⸀ἔμπροσθεν πάντων, ὥστε ἐξίστασθαι πάντας καὶ δοξάζειν τὸν θεὸν λέγοντας ὅτι ⸂Οὕτως οὐδέποτε⸃ εἴδομεν.
2,καὶ εὐθὺς WH Treg NIV ] εὐθέως καὶ RP • ἔμπροσθεν WH NIV ] ἐναντίον Treg RP • Οὕτως οὐδέποτε WH Treg NIV ] Οὐδέποτε οὕτως RP
CEI 1974 2,12 Quegli si alzò, prese il suo lettuccio e se ne andò in presenza di tutti e tutti si meravigliarono e lodavano Dio dicendo: "Non abbiamo mai visto nulla di simile!".
Vocazione di Levi
NT greco 2,13 Καὶ ἐξῆλθεν πάλιν παρὰ τὴν θάλασσαν· καὶ πᾶς ὁ ὄχλος ἤρχετο πρὸς αὐτόν, καὶ ἐδίδασκεν αὐτούς.
CEI 1974 Uscì di nuovo lungo il mare; tutta la folla veniva a lui ed egli li ammaestrava.
2,13 Cfr. Mt 9,9-cfr. Lc 5,27-32. Il mare è il lago di Tiberiade; Levi è un altro nome di Matteo. Spesso gli Ebrei avevano un duplice nome.
NT greco 2,14 καὶ παράγων εἶδεν Λευὶν τὸν τοῦ Ἁλφαίου καθήμενον ἐπὶ τὸ τελώνιον, καὶ λέγει αὐτῷ· Ἀκολούθει μοι. καὶ ἀναστὰς ἠκολούθησεν αὐτῷ.
CEI 1974 2,14 Nel passare, vide Levi, il figlio di Alfeo, seduto al banco delle imposte, e gli disse: "Seguimi".
Egli, alzatosi, lo seguì.
NT greco Καὶ ⸀γίνεται κατακεῖσθαι αὐτὸν ἐν τῇ οἰκίᾳ αὐτοῦ, καὶ πολλοὶ τελῶναι καὶ ἁμαρτωλοὶ συνανέκειντο τῷ Ἰησοῦ καὶ τοῖς μαθηταῖς αὐτοῦ, ἦσαν γὰρ πολλοὶ καὶ ⸀ἠκολούθουν αὐτῷ.
2,γίνεται WH NIV ] γίνεται ἐν τῷ Treg; ἐγένετο ἐν τῷ RP • ἠκολούθουν WH Treg NIV ] ἠκολούθησαν RP
CEI 1974 2,15 Mentre Gesù stava a mensa in casa di lui, molti pubblicani e peccatori si misero a mensa insieme con Gesù e i suoi discepoli; erano molti infatti quelli che lo seguivano.
NT greco καὶ οἱ γραμματεῖς ⸂τῶν Φαρισαίων⸃ ⸀ἰδόντες ⸂ὅτι ἐσθίει⸃ μετὰ τῶν ⸂ἁμαρτωλῶν καὶ τελωνῶν⸃ ἔλεγον τοῖς μαθηταῖς αὐτοῦ· ⸀Ὅτι μετὰ τῶν ⸂τελωνῶν καὶ ἁμαρτωλῶν⸃ ⸀ἐσθίει;
2,τῶν Φαρισαίων WH Treg NIV ] καὶ οἱ Φαρισαῖοι RP • ἰδόντες WH NIV RP ] καὶ ἰδόντες Treg • ὅτι ἐσθίει WH NIV ] ὅτι ἤσθιεν Treg; αὐτὸν ἐσθίοντα RP • ἁμαρτωλῶν καὶ τελωνῶν WH Treg NIV ] τελωνῶν καὶ ἁμαρτωλῶν RP • Ὅτι WH Treg NIV ] Τί ὅτι RP • τελωνῶν καὶ ἁμαρτωλῶν WH NIV RP ] ἁμαρτωλῶν καὶ τῶν τελωνῶν Treg • ἐσθίει WH NIV ] + καὶ πίνει Treg RP
CEI 1974 Allora gli scribi della setta dei farisei, vedendolo mangiare con i peccatori e i pubblicani, dicevano ai suoi discepoli: "Come mai egli mangia e beve in compagnia dei pubblicani e dei peccatori?".
2,16 Non tutti gli scribi professavano le dottrine dei farisei: cfr. Mt 5,20. cfr. At 23,9.
NT greco καὶ ἀκούσας ὁ Ἰησοῦς λέγει αὐτοῖς ⸀ὅτι Οὐ χρείαν ἔχουσιν οἱ ἰσχύοντες ἰατροῦ ἀλλ’ οἱ κακῶς ἔχοντες· οὐκ ἦλθον καλέσαι δικαίους ἀλλὰ ⸀ἁμαρτωλούς.
2,ὅτι WH NIV ] - Treg RP • ἁμαρτωλούς WH Treg NIV ] + εἰς μετάνοιαν RP
CEI 1974 2,17 Avendo udito questo, Gesù disse loro: "Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati; non sono venuto per chiamare i giusti, ma i peccatori".
Il digiuno cristiano
NT greco Καὶ ἦσαν οἱ μαθηταὶ Ἰωάννου καὶ οἱ ⸀Φαρισαῖοι νηστεύοντες. καὶ ἔρχονται καὶ λέγουσιν αὐτῷ· Διὰ τί οἱ μαθηταὶ Ἰωάννου καὶ οἱ ⸀μαθηταὶ τῶν Φαρισαίων νηστεύουσιν, οἱ δὲ σοὶ μαθηταὶ οὐ νηστεύουσιν;
2,Φαρισαῖοι WH Treg NIV ] τῶν Φαρισαίων RP • μαθηταὶ WH Treg NIV ] - RP
CEI 1974 Ora i discepoli di Giovanni e i farisei stavano facendo un digiuno. Si recarono allora da Gesù e gli dissero: "Perché i discepoli di Giovanni e i discepoli dei farisei digiunano, mentre i tuoi discepoli non digiunano?".
2,18 Cfr. Mt 9,14-17. cfr. Lc 5,33-38.
NT greco καὶ εἶπεν αὐτοῖς ὁ Ἰησοῦς· Μὴ δύνανται οἱ υἱοὶ τοῦ νυμφῶνος ἐν ᾧ ὁ νυμφίος μετ’ αὐτῶν ἐστιν νηστεύειν; ὅσον χρόνον ⸂ἔχουσιν τὸν νυμφίον μετ’ αὐτῶν⸃ οὐ δύνανται νηστεύειν·
2,ἔχουσιν τὸν νυμφίον μετ’ αὐτῶν WH Treg NIV ] μεθ᾽ ἑαυτῶν ἔχουσιν τὸν νυμφίον RP
CEI 1974 2,19 Gesù disse loro: "Possono forse digiunare gli invitati a nozze quando lo sposo è con loro? Finché hanno lo sposo con loro, non possono digiunare.
NT greco ἐλεύσονται δὲ ἡμέραι ὅταν ἀπαρθῇ ἀπ’ αὐτῶν ὁ νυμφίος, καὶ τότε νηστεύσουσιν ἐν ⸂ἐκείνῃ τῇ ἡμέρᾳ⸃.
2,ἐκείνῃ τῇ ἡμέρᾳ WH Treg NIV ] ἐκείναις ταῖς ἡμέραις RP
CEI 1974 2,20 Ma verranno i giorni in cui sarà loro tolto lo sposo e allora digiuneranno.
NT greco ⸀Οὐδεὶς ἐπίβλημα ῥάκους ἀγνάφου ἐπιράπτει ἐπὶ ⸂ἱμάτιον παλαιόν⸃· εἰ δὲ μή, αἴρει τὸ πλήρωμα ⸀ἀπ’ αὐτοῦ τὸ καινὸν τοῦ παλαιοῦ, καὶ χεῖρον σχίσμα γίνεται.
2,Οὐδεὶς WH Treg NIV ] Καὶ οὐδεὶς RP • ἱμάτιον παλαιόν WH Treg NIV ] ἱματίῳ παλαιῷ RP • ἀπ’ WH NIV ] - Treg RP
CEI 1974 2,21 Nessuno cuce una toppa di panno grezzo su un vestito vecchio; altrimenti il rattoppo nuovo squarcia il vecchio e si forma uno strappo peggiore.
NT greco καὶ οὐδεὶς βάλλει οἶνον νέον εἰς ἀσκοὺς παλαιούς· εἰ δὲ μή, ⸂ῥήξει ὁ οἶνος⸃ τοὺς ἀσκούς, καὶ ὁ οἶνος ⸂ἀπόλλυται καὶ οἱ ἀσκοί⸃. ἀλλὰ οἶνον νέον εἰς ἀσκοὺς ⸀καινούς.
2,ῥήξει ὁ οἶνος WH Treg NIV ] ῥήσσει ὁ οἶνος ὁ νέος RP • ἀπόλλυται καὶ οἱ ἀσκοί WH Treg NIV ] ἐκχεῖται καὶ οἱ ἀσκοὶ ἀπολοῦνται RP • καινούς WH NIV ] + βλητέον Treg RP
CEI 1974 2,22 E nessuno versa vino nuovo in otri vecchi, altrimenti il vino spaccherà gli otri e si perdono vino e otri, ma vino nuovo in otri nuovi".
Gesù padrone del sabato
NT greco Καὶ ἐγένετο ⸂αὐτὸν ἐν τοῖς σάββασιν παραπορεύεσθαι⸃ διὰ τῶν σπορίμων, καὶ ⸂οἱ μαθηταὶ αὐτοῦ ἤρξαντο⸃ ὁδὸν ποιεῖν τίλλοντες τοὺς στάχυας.
2,αὐτὸν … σάββασιν παραπορεύεσθαι NIV ]  αὐτὸν … σάββασιν διαπορεύεσθαι WH Treg; παραπορεύεσθαι αὐτὸν … σάββασιν RP • οἱ μαθηταὶ αὐτοῦ ἤρξαντο WH Treg NIV ] ἤρξαντο οἱ μαθηταὶ αὐτοῦ RP
CEI 1974 2,23 In giorno di sabato Gesù passava per i campi di grano, e i discepoli, camminando, cominciarono a strappare le spighe.
NT greco καὶ οἱ Φαρισαῖοι ἔλεγον αὐτῷ· Ἴδε τί ⸀ποιοῦσιν τοῖς σάββασιν ὃ οὐκ ἔξεστιν;
2,ποιοῦσιν WH Treg NIV ] + ἐν RP
CEI 1974 2,24 I farisei gli dissero: "Vedi, perché essi fanno di sabato quel che non è permesso?".
NT greco καὶ ⸀λέγει αὐτοῖς· Οὐδέποτε ἀνέγνωτε τί ἐποίησεν Δαυὶδ ὅτε χρείαν ἔσχεν καὶ ἐπείνασεν αὐτὸς καὶ οἱ μετ’ αὐτοῦ;
2,λέγει WH Treg NIV ] αὐτὸς ἔλεγεν RP
CEI 1974 Ma egli rispose loro: "Non avete mai letto che cosa fece Davide quando si trovò nel bisogno ed ebbe fame, lui e i suoi compagni?
2,25-26 Cfr. Mt 12,1-4. Abiatàr era sommo sacerdote al tempo di Davide. In cfr 1Sam 21,2-3 è nominato suo padre Achimelec.
NT greco ⸀πῶς εἰσῆλθεν εἰς τὸν οἶκον τοῦ θεοῦ ἐπὶ Ἀβιαθὰρ ἀρχιερέως καὶ τοὺς ἄρτους τῆς προθέσεως ἔφαγεν, οὓς οὐκ ἔξεστιν φαγεῖν εἰ μὴ ⸂τοὺς ἱερεῖς⸃, καὶ ἔδωκεν καὶ τοῖς σὺν αὐτῷ οὖσιν;
2,πῶς WH Treg RP NA ] - NIV • τοὺς ἱερεῖς WH NIV ] τοῖς ἱερεῦσιν Treg RP
CEI 1974 2,26 Come entrò nella casa di Dio, sotto il sommo sacerdote Abiatàr, e mangiò i pani dell`offerta, che soltanto ai sacerdoti è lecito mangiare, e ne diede anche ai suoi compagni?".
NT greco καὶ ἔλεγεν αὐτοῖς· Τὸ σάββατον διὰ τὸν ἄνθρωπον ἐγένετο ⸀καὶ οὐχ ὁ ἄνθρωπος διὰ τὸ σάββατον·
2,καὶ WH Treg NIV ] - RP
CEI 1974 E diceva loro: "Il sabato è stato fatto per l`uomo e non l`uomo per il sabato!
2,27 La legge del sabato vuole aiutare l’uomo a conformarsi alla volontà di Dio; i farisei, invece, pretendevano che fosse osservata in modo da risultare un tormento per l’uomo.
NT greco 2,28 ὥστε κύριός ἐστιν ὁ υἱὸς τοῦ ἀνθρώπου καὶ τοῦ σαββάτου.
CEI 1974 Perciò il Figlio dell`uomo è signore anche del sabato".
2,28 Per «Figlio dell’uomo » cfr. Mt 8,20.