Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

GRECO_LXX

AT greco

Siracide

AT greco Torna al libro

Interconfessionale

AT greco 16 16,1μὴ ἐπιθύμει τέκνων πλῆθος ἀχρήστων μηδὲ εὐφραίνου ἐπὶ υἱοῖς ἀσεβέσιν
Interconfessionale SirNon desiderare una famiglia numerosa
se poi i tuoi figli sono buoni a nulla;
non puoi essere contento se quelli che hai sono senza fede.
Rimandi
16,1-23 Dio punirà 11,26+.
16,1 figli buoni a nulla Prv 17,21; 19,13.
AT greco 16,2ἐὰν πληθύνωσιν μὴ εὐφραίνου ἐπ’ αὐτοῖς εἰ μή ἐστιν φόβος κυρίου μετ’ αὐτῶν
Interconfessionale SirQuando crescono di numero, non puoi essere contento
se loro non rispettano il Signore.
Rimandi
16,2 rispetto (timore) del Signore 1,11+.
AT greco 16,3μὴ ἐμπιστεύσῃς τῇ ζωῇ αὐτῶν καὶ μὴ ἔπεχε ἐπὶ τὸ πλῆθος αὐτῶν κρείσσων γὰρ εἷς ἢ χίλιοι καὶ ἀποθανεῖν ἄτεκνον ἢ ἔχειν τέκνα ἀσεβῆ
Interconfessionale SirNon fare affidamento sulla loro lunga vita
e non contare sul loro numero,
perché dovrai piangere prima del tempo
e presto li vedrai morire.
A volte è meglio averne uno solo che mille
e morire senza figli è meglio che avere figli che disprezzano Dio.
Rimandi
16,3 senza figli Sap 4,1.
AT greco 16,4ἀπὸ γὰρ ἑνὸς συνετοῦ συνοικισθήσεται πόλις φυλὴ δὲ ἀνόμων ἐρημωθήσεται
Interconfessionale SirUn uomo solo, se è davvero intelligente, può fare prosperare una città,
ma una massa di senza legge viene annientata.
Rimandi
16,4 gli empi annientati Lv 26,30-31; Dt 27,15-26; 28,15-68; 29,19-21.
AT greco 16,5πολλὰ τοιαῦτα ἑόρακεν ὁ ὀφθαλμός μου καὶ ἰσχυρότερα τούτων ἀκήκοεν τὸ οὖς μου
Interconfessionale Sir16,5Io ho già visto con i miei occhi molte cose simili,
e ho udito di tanti fatti ancor più gravi.
AT greco 16,6ἐν συναγωγῇ ἁμαρτωλῶν ἐκκαυθήσεται πῦρ καὶ ἐν ἔθνει ἀπειθεῖ ἐξεκαύθη ὀργή
Interconfessionale SirUn giorno il fuoco ha bruciato un gruppo di miscredenti,
e un’altra volta Dio è intervenuto per punire tutto un popolo ribelle.
Rimandi
16,6 gruppo di miscredenti 7,16+. — popolo ribelle Nm 11,1-3; 16,1-35.
AT greco 16,7οὐκ ἐξιλάσατο περὶ τῶν ἀρχαίων γιγάντων οἳ ἀπέστησαν τῇ ἰσχύι αὐτῶν
Interconfessionale SirDio non tollerò nemmeno gli antichi giganti
che si erano ribellati perché si sentivano forti.
Rimandi
16,7 i giganti ribelli Sap 14,6+; Gn 6,1-7.
AT greco 16,8οὐκ ἐφείσατο περὶ τῆς παροικίας Λωτ οὓς ἐβδελύξατο διὰ τὴν ὑπερηφανίαν αὐτῶν
Interconfessionale SirNon risparmiò la città di Lot,
perché era nauseato della superbia di quegli abitanti.
Rimandi
16,8 la città di Lot Gn 19,1-29.
AT greco 16,9οὐκ ἠλέησεν ἔθνος ἀπωλείας τοὺς ἐξηρμένους ἐν ἁμαρτίαις αὐτῶν
Interconfessionale SirNon perdonò a una nazione corrotta,
la sterminò per i loro peccati.
Egli agì così perché quegli uomini erano insensibili
e in mezzo a loro non aveva trovato qualcuno che gli fosse gradito.
Note al Testo
16,9 nazione corrotta: probabilmente gli antichi abitanti della terra di Canaan.
AT greco 16,10καὶ οὕτως ἑξακοσίας χιλιάδας πεζῶν τοὺς ἐπισυναχθέντας ἐν σκληροκαρδίᾳ αὐτῶν
Interconfessionale SirLa stessa sorte toccò a quei seicentomila soldati
che tutti insieme si erano ostinati contro il Signore.
Sì, il Signore ha castigato e ha avuto pietà, ha colpito e ha guarito,
è intervenuto con il castigo e con la sua misericordia.
Note al Testo
16,10 ostinati contro il Signore: si tratta dei soldati israeliti usciti dall’Egitto. Essi si ribellarono al Signore e perciò non entrarono nella terra promessa. Vedi Numeri 1,46; 11,21; 14,20-35.
AT greco 16,11κἂν ᾖ εἷς σκληροτράχηλος θαυμαστὸν τοῦτο εἰ ἀθῳωθήσεται ἔλεος γὰρ καὶ ὀργὴ παρ’ αὐτῷ δυνάστης ἐξιλασμῶν καὶ ἐκχέων ὀργήν
Interconfessionale SirAnche se un solo uomo si ribellasse
sarebbe strano che Dio non lo punisse,
perché il Signore sa perdonare, ma anche castigare,
mostra la sua forza nel perdono, ma anche nell’ira.
Rimandi
16,11 non lo punisse 5,4. — pietà e collera 5,6; Es 20,5-6; 34,6-7; Nm 14,18.
AT greco 16,12κατὰ τὸ πολὺ ἔλεος αὐτοῦ οὕτως καὶ πολὺς ὁ ἔλεγχος αὐτοῦ ἄνδρα κατὰ τὰ ἔργα αὐτοῦ κρινεῖ
Interconfessionale SirÈ grande il suo amore, ma è ugualmente grande la sua severità,
egli giudica l’uomo su quello che ha fatto.
Rimandi
16,12 Dio giudica Qo 3,17+.
AT greco 16,13οὐκ ἐκφεύξεται ἐν ἁρπάγματι ἁμαρτωλός καὶ οὐ μὴ καθυστερήσει ὑπομονὴ εὐσεβοῦς
Interconfessionale Sir16,13Non potrà farla franca il ladro con la sua refurtiva;
ma chi è costante nell’amare il Signore non resta deluso,
AT greco 16,14πάσῃ ἐλεημοσύνῃ ποιήσει τόπον ἕκαστος κατὰ τὰ ἔργα αὐτοῦ εὑρήσει
Interconfessionale Sirperché Dio tiene conto di ogni gesto di amore.
Insomma: ognuno troverà ciò che si è costruito.
Rimandi
16,14 ricompensa 3,30; 4,10; 7,32.
AT greco 16,15
Interconfessionale SirIl Signore ha reso testardo il faraone e gli ha impedito di riconoscerlo,
allora è intervenuto e ha fatto conoscere le sue imprese a tutto il mondo.
Rimandi
16,15 indurimento del faraone Es 7,3+.
AT greco 16,16
Interconfessionale Sir16,16Ha rivelato a tutti il suo amore
e ha assegnato agli uomini luce e tenebre.
AT greco 16,17μὴ εἴπῃς ὅτι ἀπὸ κυρίου κρυβήσομαι καὶ ἐξ ὕψους τίς μου μνησθήσεται ἐν λαῷ πλείονι οὐ μὴ γνωσθῶ τίς γὰρ ἡ ψυχή μου ἐν ἀμετρήτῳ κτίσει
Interconfessionale SirNon illuderti pensando: «Se mi nascondo,
come farà il Signore a ricordarsi di me?
Come potrà riconoscermi in mezzo a tanta gente?
Che cosa sono io in un mondo così grande?».
Rimandi
16,17-23 niente sfugge a Dio 17,15-24; 23,18; Ger 23,24; Sal 139,1-16; cfr. Sal 73,11.
AT greco 16,18ἰδοὺ ὁ οὐρανὸς καὶ ὁ οὐρανὸς τοῦ οὐρανοῦ ἄβυσσος καὶ γῆ ἐν τῇ ἐπισκοπῇ αὐτοῦ σαλευθήσονται
Interconfessionale Sir16,18Ricorda: il cielo tutto intero,
la terra e gli abissi tremano quando Dio interviene.
Sì, perché tutto l’universo è stato creato ed esiste
perché Dio l’ha voluto.
AT greco 16,19ἅμα τὰ ὄρη καὶ τὰ θεμέλια τῆς γῆς ἐν τῷ ἐπιβλέψαι εἰς αὐτὰ τρόμῳ συσσείονται
Interconfessionale SirAnche le montagne e le basi della terra
si scuotono appena lui le guarda.
Rimandi
16,19 le basi della terra si scuotono Sal 104,32+.
AT greco 16,20καὶ ἐπ’ αὐτοῖς οὐ διανοηθήσεται καρδία καὶ τὰς ὁδοὺς αὐτοῦ τίς ἐνθυμηθήσεται
Interconfessionale SirEppure nessuno pensa a queste cose,
nessuno riflette su quello che Dio fa.
Note al Testo
16,20-24 Secondo il testo ebraico continua anche qui l’obiezione iniziata al v. 17 e interrotta ai versi 18-19: Chi si interessa alle mie vie? Se io pecco, nessun occhio mi vede, se io mentisco in gran segreto, chi lo viene a sapere?
AT greco 16,21καὶ καταιγίς ἣν οὐκ ὄψεται ἄνθρωπος τὰ δὲ πλείονα τῶν ἔργων αὐτοῦ ἐν ἀποκρύφοις
Interconfessionale SirCome la tempesta arriva di sorpresa,
così molti interventi il Signore li prepara in segreto.
Rimandi
16,21 le sue opere restano nascoste Rm 11,33.
AT greco 16,22ἔργα δικαιοσύνης τίς ἀναγγελεῖ ἢ τίς ὑπομενεῖ μακρὰν γὰρ ἡ διαθήκη
Interconfessionale SirUno dice: «Il Signore può anche fare cose giuste;
ma chi le annunzia? chi le aspetta?
Ciò che ha promesso di fare con noi
è ormai troppo lontano nel tempo.
E poi Dio interverrà solo alla fine!».
Note al Testo
16,22 ciò che ha promesso: forse si pensa agli impegni assunti da Dio nell’alleanza del Sinai (vedi Esodo 19,5 e Siracide 17,12), ma più probabilmente al fatto che in caso di trasgressione di questa o di qualsiasi altra alleanza, Dio può intervenire con la sua punizione.
AT greco 16,23ἐλαττούμενος καρδίᾳ διανοεῖται ταῦτα καὶ ἀνὴρ ἄφρων καὶ πλανώμενος διανοεῖται μωρά
Interconfessionale Sir16,23Ma chi ha queste idee è un poveretto,
è uno stupido che la pensa come un pazzo.
AT greco 16,24ἄκουσόν μου τέκνον καὶ μάθε ἐπιστήμην καὶ ἐπὶ τῶν λόγων μου πρόσεχε τῇ καρδίᾳ σου
Interconfessionale SirFiglio mio, ascoltami se vuoi diventare saggio,
e fa’ attenzione a quello che ti dico,
Rimandi
16,24-25 accogliere l’educazione Prv 1,23.
Note al Testo
16,24 Figlio mio: l’autore in 16,24-17,10 propone una sua riflessione sui primi due capitoli del libro della Genesi.
AT greco 16,25ἐκφανῶ ἐν σταθμῷ παιδείαν καὶ ἐν ἀκριβείᾳ ἀπαγγελῶ ἐπιστήμην
Interconfessionale Sir16,25voglio darti l’educazione giusta
e una conoscenza esatta delle cose.
AT greco 16,26ἐν κρίσει κυρίου τὰ ἔργα αὐτοῦ ἀπ’ ἀρχῆς καὶ ἀπὸ ποιήσεως αὐτῶν διέστειλεν μερίδας αὐτῶν
Interconfessionale SirIl Signore in principio decise di creare il mondo,
lo fece e a ciascuna delle sue opere assegnò un posto;
Rimandi
16,26 in principio Gn 1,1. — a ciascuna delle sue opere assegnò un posto cfr Gn 1,4.6.7.14.18.
AT greco 16,27ἐκόσμησεν εἰς αἰῶνα τὰ ἔργα αὐτοῦ καὶ τὰς ἀρχὰς αὐτῶν εἰς γενεὰς αὐτῶν οὔτε ἐπείνασαν οὔτε ἐκοπίασαν καὶ οὐκ ἐξέλιπον ἀπὸ τῶν ἔργων αὐτῶν
Interconfessionale Sirle dispose in ordine una volta per tutte
e a ciascuna dette un compito preciso da svolgere.
Esse non patiscono la fame e non si stancano mai,
anche se non smettono mai di lavorare.
Rimandi
16,27-28 le sue opere (= gli astri) Gn 1,14-19; Sal 104,19; 136,5-9.
AT greco 16,28ἕκαστος τὸν πλησίον αὐτοῦ οὐκ ἐξέθλιψεν καὶ ἕως αἰῶνος οὐκ ἀπειθήσουσιν τοῦ ῥήματος αὐτοῦ
Interconfessionale Sir16,28Nessuna intralcia la sua vicina,
e mai disubbidisce alla parola del Signore.
AT greco 16,29καὶ μετὰ ταῦτα κύριος εἰς τὴν γῆν ἐπέβλεψεν καὶ ἐνέπλησεν αὐτὴν τῶν ἀγαθῶν αὐτοῦ
Interconfessionale Sir16,29In un secondo tempo il Signore si rivolse alla terra
riempiendola di cose buone.
AT greco 16,30ψυχῇ παντὸς ζῴου ἐκάλυψεν τὸ πρόσωπον αὐτῆς καὶ εἰς αὐτὴν ἡ ἀποστροφὴ αὐτῶν
Interconfessionale SirIl suolo si ricoprì di ogni specie di animali
che quando muoiono tornano ad essa.
Rimandi
16,30 ogni specie di animali 43,25; Gn 1,20-25. — tornano alla terra Sal 104,29; Qo 3,20.