Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

GRECO_LXX

AT greco

BibbiaEDU-logo

Isaia

AT greco Torna al libro

Interconfessionale

AT greco 27 27,1τῇ ἡμέρᾳ ἐκείνῃ ἐπάξει ὁ θεὸς τὴν μάχαιραν τὴν ἁγίαν καὶ τὴν μεγάλην καὶ τὴν ἰσχυρὰν ἐπὶ τὸν δράκοντα ὄφιν φεύγοντα ἐπὶ τὸν δράκοντα ὄφιν σκολιὸν καὶ ἀνελεῖ τὸν δράκοντα
Interconfessionale IsQuel giorno il Signore
con la sua spada
terribile, forte e potente punirà il Leviatàn,
serpente guizzante e tortuoso
e ucciderà questo mostro marino.
Rimandi
27,1 la spada del Signore Is 34,5+. — Leviatàn Sal 74,14+. — mostro marino 51,9-10; cfr. Sal 74,13; Gb 7,12.
Note al Testo
27,1 Il Leviatàn, leggendario mostro marino, è qui presentato come simbolo delle nazioni che opprimono Israele (vedi nota a Giobbe 3,8).
AT greco 27,2τῇ ἡμέρᾳ ἐκείνῃ ἀμπελὼν καλός ἐπιθύμημα ἐξάρχειν κατ’ αὐτῆς
Interconfessionale IsQuel giorno il Signore dirà: «Lodate la mia magnifica vigna.
Rimandi
27,2 la vigna Is 5,1-7.
Note al Testo
27,2 la mia magnifica vigna: vedi nota a 3,14.
AT greco 27,3ἐγὼ πόλις ἰσχυρά πόλις πολιορκουμένη μάτην ποτιῶ αὐτήν ἁλώσεται γὰρ νυκτός ἡμέρας δὲ πεσεῖται τὸ τεῖχος
Interconfessionale Is27,3Io stesso, il Signore, sono il suo vignaiolo, la irrigo di continuo e la custodisco giorno e notte perché nessuno le arrechi danno.
AT greco 27,4οὐκ ἔστιν ἣ οὐκ ἐπελάβετο αὐτῆς τίς με θήσει φυλάσσειν καλάμην ἐν ἀγρῷ διὰ τὴν πολεμίαν ταύτην ἠθέτηκα αὐτήν τοίνυν διὰ τοῦτο ἐποίησεν κύριος ὁ θεὸς πάντα ὅσα συνέταξεν κατακέκαυμαι
Interconfessionale IsNon sono più adirato con la mia vigna. Se vi fossero rovi e spini, muoverei loro guerra, li brucerei tutti insieme.
Rimandi
27,4 spine e rovi Is 5,6+.
AT greco 27,5βοήσονται οἱ ἐνοικοῦντες ἐν αὐτῇ ποιήσωμεν εἰρήνην αὐτῷ ποιήσωμεν εἰρήνην
Interconfessionale IsCerchi pure la mia protezione e faccia la pace con me. Sì, faccia la pace con me».
Rimandi
27,5 protezione Is 26,1; Sal 46,2. — la pace Is 9,5-6; 26,3.12.
AT greco 27,6οἱ ἐρχόμενοι τέκνα Ιακωβ βλαστήσει καὶ ἐξανθήσει Ισραηλ καὶ ἐμπλησθήσεται ἡ οἰκουμένη τοῦ καρποῦ αὐτοῦ
Interconfessionale Is27,6In futuro il popolo d’Israele, discendente da Giacobbe, metterà radici, fiorirà e germoglierà come un albero. Con i suoi frutti riempirà tutta la terra.
AT greco 27,7μὴ ὡς αὐτὸς ἐπάταξεν καὶ αὐτὸς οὕτως πληγήσεται καὶ ὡς αὐτὸς ἀνεῖλεν οὕτως ἀναιρεθήσεται
Interconfessionale IsIl Signore ha punito il popolo d’Israele ma è stato più severo con i suoi oppressori. Non lo ha distrutto, come invece ha fatto con quelli che volevano annientarlo.
Rimandi
27,7 i suoi oppressori Is 10,24-26.
AT greco 27,8μαχόμενος καὶ ὀνειδίζων ἐξαποστελεῖ αὐτούς οὐ σὺ ἦσθα ὁ μελετῶν τῷ πνεύματι τῷ σκληρῷ ἀνελεῖν αὐτοὺς πνεύματι θυμοῦ
Interconfessionale Is27,8Lo ha castigato e cacciato via, lontano dalla sua terra. Lo ha travolto con la stessa forza di un turbine di vento che viene da oriente.
AT greco 27,9διὰ τοῦτο ἀφαιρεθήσεται ἡ ἀνομία Ιακωβ καὶ τοῦτό ἐστιν ἡ εὐλογία αὐτοῦ ὅταν ἀφέλωμαι αὐτοῦ τὴν ἁμαρτίαν ὅταν θῶσιν πάντας τοὺς λίθους τῶν βωμῶν κατακεκομμένους ὡς κονίαν λεπτήν καὶ οὐ μὴ μείνῃ τὰ δένδρα αὐτῶν καὶ τὰ εἴδωλα αὐτῶν ἐκκεκομμένα ὥσπερ δρυμὸς μακράν
Interconfessionale IsMa i peccati del popolo saranno perdonati. Allora verranno abbattuti gli altari degli idoli, le loro pietre andranno in polvere come calce. Non resterà in piedi nessun altare e nessun palo sacro.
Rimandi
27,9 altari abbattuti Dt 7,5; 2 Re 23,4.15.
Note al Testo
27,9 palo sacro: vedi nota a 17,8.
AT greco 27,10τὸ κατοικούμενον ποίμνιον ἀνειμένον ἔσται ὡς ποίμνιον καταλελειμμένον καὶ ἔσται πολὺν χρόνον εἰς βόσκημα καὶ ἐκεῖ ἀναπαύσονται
Interconfessionale IsLa città fortificata è in rovina, in una solitudine di deserto. È diventata un luogo di pascolo, dove possono sdraiarsi e nutrirsi i vitelli.
Rimandi
27,10 città diventata luogo di pascolo Is 7,25+; 13,21+.
Note al Testo
27,10 la città… deserto: forse il profeta allude alla città di Samaria distrutta dagli Assiri nel 722/21 a.C.
AT greco 27,11καὶ μετὰ χρόνον οὐκ ἔσται ἐν αὐτῇ πᾶν χλωρὸν διὰ τὸ ξηρανθῆναι γυναῖκες ἐρχόμεναι ἀπὸ θέας δεῦτε οὐ γὰρ λαός ἐστιν ἔχων σύνεσιν διὰ τοῦτο οὐ μὴ οἰκτιρήσῃ ὁ ποιήσας αὐτούς οὐδὲ ὁ πλάσας αὐτοὺς οὐ μὴ ἐλεήσῃ
Interconfessionale IsI rami degli alberi sono secchi e spezzati, e le donne li raccolgono come legna per il fuoco. Israele è un popolo davvero privo di senno: ha costretto Dio, il suo creatore, a non avere pietà di lui né a usargli misericordia.
Rimandi
27,11 popolo privo di senno Dt 32,6; Os 4,6; Sir 50,26. — né pietà né misericordia Os 1,6. — il suo creatore Is 43,1.7.
AT greco 27,12καὶ ἔσται ἐν τῇ ἡμέρᾳ ἐκείνῃ συμφράξει κύριος ἀπὸ τῆς διώρυγος τοῦ ποταμοῦ ἕως Ῥινοκορούρων ὑμεῖς δὲ συναγάγετε τοὺς υἱοὺς Ισραηλ κατὰ ἕνα ἕνα
Interconfessionale IsQuel giorno, o Israeliti, dal fiume Eufrate ai confini dell’Egitto, il Signore vi radunerà a uno a uno, come si raccolgono le spighe.
Rimandi
27,12 dal fiume Eufrate ai confini dell’Egitto Gn 15,18; 2 Re 24,7; cfr. Nm 31,5.
Note al Testo
27,12 dal fiume Eufrate ai confini dell’Egitto: l’espressione indica i limiti ideali e massimi della terra promessa. Per altre espressioni simili vedi nota a 1 Re 8,65.
AT greco 27,13καὶ ἔσται ἐν τῇ ἡμέρᾳ ἐκείνῃ σαλπιοῦσιν τῇ σάλπιγγι τῇ μεγάλῃ καὶ ἥξουσιν οἱ ἀπολόμενοι ἐν τῇ χώρᾳ τῶν Ἀσσυρίων καὶ οἱ ἀπολόμενοι ἐν Αἰγύπτῳ καὶ προσκυνήσουσιν τῷ κυρίῳ ἐπὶ τὸ ὄρος τὸ ἅγιον ἐν Ιερουσαλημ
Interconfessionale IsQuel giorno, la grande tromba suonerà per chiamare a raccolta dall’Assiria e dall’Egitto tutti gli Israeliti in esilio. Essi verranno e adoreranno il Signore sulla sua santa montagna, a Gerusalemme.
Rimandi
27,13 la grande tromba: 1) suono di adunata per il combattimento Is 18,3. 2) convocazione dell’assemblea e ovazione Es 19,16.19; 20,18; Lv 25,9; Nm 10,2.10; 2 Sam 6,15; 1 Re 1,34-41; Gl 2,15; Sal 47,6; 150,3. 3) segno del giudizio Gl 2,1; Sof 1,16; Mt 24,31+; Ap 11,15. — ritorno dall’Assiria e dall’Egitto Os 11,11.
Note al Testo
27,13 la grande tromba: la tromba formata dal corno di un animale, con cui si chiamava alla battaglia o alle assemblee religiose.