Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

GRECO_LXX

AT greco

BibbiaEDU-logo

Isaia

AT greco Torna al libro

Interconfessionale

AT greco 15 15,1τὸ ῥῆμα τὸ κατὰ τῆς Μωαβίτιδος νυκτὸς ἀπολεῖται ἡ Μωαβῖτις νυκτὸς γὰρ ἀπολεῖται τὸ τεῖχος τῆς Μωαβίτιδος
Interconfessionale IsQuesto messaggio riguarda il popolo di Moab:
«Le città di Ar-Moab e di Kir-Moab
sono state distrutte in una sola notte,
e il silenzio copre le loro rovine.
Rimandi
15,1 altre dichiarazioni su Moab Is 25,10-11; Nm 21,27-30; Ez 25,8-11; Am 2,1-3; Sof 2,8-11.
Note al Testo
15,1 Il regno di Moab si trovava a est del Mar Morto; il suo territorio era diviso in due parti dal torrente Arnon. A sud del torrente vi erano le città di Ar-Moab e di Kir-Moab (15,1; quest’ultima è chiamata Kir-Carèset in 16,7.11). Soar (15,5) si trovava immediatamente a sud-est del Mar Morto (vedi Genesi 13,10; 19,23). A nord dell’Arnon vi erano Dibon (Is 15,2), capitale religiosa del regno, Màdaba e il monte Nebo (15,2; vedi Deuteronomio 34,1-6), Chesbon (vedi Numeri 21,25) ed Elalè (Is 15,4); Iaas (15,4) si trovava sul confine orientale di Moab, mentre Eglàim e Beer-Elim (15,8) erano forse vicine al Mar Morto, a nord. Non sappiamo invece dove si trovassero le località di Eglat-Selisià, Luchìt, Coronàim (15,5), e anche le acque di Nimrìm (15,6) e il torrente dei Salici (15,7).
AT greco 15,2λυπεῖσθε ἐφ’ ἑαυτοῖς ἀπολεῖται γὰρ καὶ Δηβων οὗ ὁ βωμὸς ὑμῶν ἐκεῖ ἀναβήσεσθε κλαίειν ἐπὶ Ναβαυ τῆς Μωαβίτιδος ὀλολύζετε ἐπὶ πάσης κεφαλῆς φαλάκρωμα πάντες βραχίονες κατατετμημένοι
Interconfessionale IsLa gente di Dibon è salita sulle colline
per piangere nel santuario.
La gente di Moab piange
sul Nebo e su Màdaba;
si sono rasati le teste e le barbe
in segno di lutto.
Rimandi
15,2-7 vedere Ger 48,34-38. — Nebo Nm 32,3.38; Dt 34,1; Ger 48,1.22; 1 Cr 5,8. — teste e barbe rasate Is 3,24; Ger 48,37; Ez 7,18; Am 8,10.
AT greco 15,3ἐν ταῖς πλατείαις αὐτῆς περιζώσασθε σάκκους καὶ κόπτεσθε ἐπὶ τῶν δωμάτων αὐτῆς καὶ ἐν ταῖς ῥύμαις αὐτῆς πάντες ὀλολύζετε μετὰ κλαυθμοῦ
Interconfessionale IsNelle strade la gente, vestita di sacco, grida;
si lamenta nelle piazze e sulle terrazze.
Rimandi
15,3 vestita di sacco Is 22,12; Gio 3,6.8.
AT greco 15,4ὅτι κέκραγεν Εσεβων καὶ Ελεαλη ἕως Ιασσα ἠκούσθη ἡ φωνὴ αὐτῶν διὰ τοῦτο ἡ ὀσφὺς τῆς Μωαβίτιδος βοᾷ ἡ ψυχὴ αὐτῆς γνώσεται
Interconfessionale Is15,4Gli abitanti di Chesbon e di Elalè urlano,
e si sentono fino alla città di Iaas.
Anche i soldati tremano:
hanno perso il coraggio.
AT greco 15,5ἡ καρδία τῆς Μωαβίτιδος βοᾷ ἐν αὐτῇ ἕως Σηγωρ δάμαλις γάρ ἐστιν τριετής ἐπὶ δὲ τῆς ἀναβάσεως τῆς Λουιθ πρὸς σὲ κλαίοντες ἀναβήσονται τῇ ὁδῷ Αρωνιιμ βοᾷ σύντριμμα καὶ σεισμός
Interconfessionale Is15,5Il mio cuore soffre per Moab.
La gente è scappata fin nella città di Soar,
è fuggita fino a Eglat-Selisià.
Alcuni piangono e salgono verso Luchìt,
altri scappano a Coronàim
e mandano grida strazianti.
AT greco 15,6τὸ ὕδωρ τῆς Νεμριμ ἔρημον ἔσται καὶ ὁ χόρτος αὐτῆς ἐκλείψει χόρτος γὰρ χλωρὸς οὐκ ἔσται
Interconfessionale Is15,6Le acque di Nimrìm sono asciutte,
l’erba dei prati è seccata;
non ci sono più pascoli verdi.
AT greco 15,7μὴ καὶ οὕτως μέλλει σωθῆναι ἐπάξω γὰρ ἐπὶ τὴν φάραγγα Ἄραβας καὶ λήμψονται αὐτήν
Interconfessionale Is15,7La gente attraversa il torrente dei Salici,
cerca di fuggire con le sue provviste.
AT greco 15,8συνῆψεν γὰρ ἡ βοὴ τὸ ὅριον τῆς Μωαβίτιδος τῆς Αγαλλιμ καὶ ὀλολυγμὸς αὐτῆς ἕως τοῦ φρέατος τοῦ Αιλιμ
Interconfessionale Is15,8Per tutto il territorio di Moab
non si sentono che lamenti
che risuonano fino a Eglàim e a Beer-Elim.
AT greco 15,9τὸ δὲ ὕδωρ τὸ Ρεμμων πλησθήσεται αἵματος ἐπάξω γὰρ ἐπὶ Ρεμμων Ἄραβας καὶ ἀρῶ τὸ σπέρμα Μωαβ καὶ Αριηλ καὶ τὸ κατάλοιπον Αδαμα
Interconfessionale IsA Dimon
il fiume si è arrossato di sangue,
ma il Signore sta per colpire Dimon con disgrazie ancora peggiori!
Sì, tutti quelli che resteranno in Moab
verranno dilaniati da bestie feroci».
Note al Testo
15,9 Dimon: località sconosciuta; il rotolo di Isaia trovato a Qumran legge Dibon.