Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

CEI2008

CEI 2008

Capitoli
1
2
3
4
5

Giacomo

4 Da dove vengono le guerre e le liti che sono in mezzo a voi? Non vengono forse dalle vostre passioni che fanno guerra nelle vostre membra?
4,1-10 Cause di discordia
2 Siete pieni di desideri e non riuscite a possedere; uccidete, siete invidiosi e non riuscite a ottenere; combattete e fate guerra! Non avete perché non chiedete;
4,2
3 chiedete e non ottenete perché chiedete male, per soddisfare cioè le vostre passioni.
4,3
4 Gente infedele! Non sapete che l'amore per il mondo è nemico di Dio?
Chi dunque vuole essere amico del mondo si rende nemico di Dio.
4,4
O forse pensate che invano la Scrittura dichiari: "Fino alla gelosia ci ama lo Spirito, che egli ha fatto abitare in noi"?
4,5 Non si tratta di una citazione precisa di un testo della Scrittura, ma di un’affermazione che si riallaccia al tema della gelosia di Dio (vedi ad esempio Es 20,5; Dt 4,24; 5,9); per lo Spirito vedi Ez 36,27.
Anzi, ci concede la grazia più grande; per questo dice:

Dio resiste ai superbi,
agli umili invece dà la sua grazia.

4,6 Citazione di Pr 3,34(LXX).
Sottomettetevi dunque a Dio; resistete al diavolo, ed egli fuggirà lontano da voi.
4,7-10 Rimedio alle accennate sofferenze saranno l’umile riconoscimento della propria miseria e il ritorno a Dio per la via della retta intenzione.
8 Avvicinatevi a Dio ed egli si avvicinerà a voi. Peccatori, purificate le vostre mani; uomini dall'animo indeciso, santificate i vostri cuori.
4,8
9 Riconoscete la vostra miseria, fate lutto e piangete; le vostre risa si cambino in lutto e la vostra allegria in tristezza.
4,9
10 Umiliatevi davanti al Signore ed egli vi esalterà.
4,10
Non dite male gli uni degli altri, fratelli. Chi dice male del fratello, o giudica il suo fratello, parla contro la Legge e giudica la Legge. E se tu giudichi la Legge, non sei uno che osserva la Legge, ma uno che la giudica.
4,11-17 Lotta all’orgoglio
4,11 Vedi Lv 19,16.
12 Uno solo è legislatore e giudice, Colui che può salvare e mandare in rovina; ma chi sei tu, che giudichi il tuo prossimo?
4,12
13 E ora a voi, che dite: "Oggi o domani andremo nella tal città e vi passeremo un anno e faremo affari e guadagni",
4,13
14 mentre non sapete quale sarà domani la vostra vita! Siete come vapore che appare per un istante e poi scompare.
4,14
15 Dovreste dire invece: "Se il Signore vorrà, vivremo e faremo questo o quello".
4,15
16 Ora invece vi vantate nella vostra arroganza; ogni vanto di questo genere è iniquo.
4,16
17 Chi dunque sa fare il bene e non lo fa, commette peccato.


4,17

Note nel testo

4,1-10Cause di discordia
4,5Non si tratta di una citazione precisa di un testo della Scrittura, ma di un’affermazione che si riallaccia al tema della gelosia di Dio (vedi ad esempio Es 20,5; Dt 4,24; 5,9); per lo Spirito vedi Ez 36,27.
4,6Citazione di Pr 3,34(LXX).
4,7-10Rimedio alle accennate sofferenze saranno l’umile riconoscimento della propria miseria e il ritorno a Dio per la via della retta intenzione.
4,11-17Lotta all’orgoglio
4,11 Vedi Lv 19,16.