Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

CEI2008

CEI 2008

Capitoli
1
2
3

2 Tessalonicesi

3 Per il resto, fratelli, pregate per noi, perché la parola del Signore corra e sia glorificata, come lo è anche tra voi,
3,1-5 Pregate per noi
2 e veniamo liberati dagli uomini corrotti e malvagi. La fede infatti non è di tutti.
3,2
3 Ma il Signore è fedele: egli vi confermerà e vi custodirà dal Maligno.
3,3
4 Riguardo a voi, abbiamo questa fiducia nel Signore: che quanto noi vi ordiniamo già lo facciate e continuerete a farlo.
3,4
5 Il Signore guidi i vostri cuori all'amore di Dio e alla pazienza di Cristo.
3,5
Fratelli, nel nome del Signore nostro Gesù Cristo, vi raccomandiamo di tenervi lontani da ogni fratello che conduce una vita disordinata, non secondo l'insegnamento che vi è stato trasmesso da noi.
3,6-15 Lavorate in pace
3,6-15 L’attesa della venuta imminente del Signore crea un clima di emergenza e disimpegno da parte di alcuni, che abbandonano il lavoro e si fanno mantenere dalla comunità. Questa tendenza è favorita anche dalla mentalità greco-romana che disprezza il lavoro manuale, riservato agli schiavi. Perciò è quanto mai opportuno l’invito a lavorare in pace.
7 Sapete in che modo dovete prenderci a modello: noi infatti non siamo rimasti oziosi in mezzo a voi,
3,7
8 né abbiamo mangiato gratuitamente il pane di alcuno, ma abbiamo lavorato duramente, notte e giorno, per non essere di peso ad alcuno di voi.
3,8
9 Non che non ne avessimo diritto, ma per darci a voi come modello da imitare.
3,9
10 E infatti quando eravamo presso di voi, vi abbiamo sempre dato questa regola: chi non vuole lavorare, neppure mangi.
3,10
11 Sentiamo infatti che alcuni fra voi vivono una vita disordinata, senza fare nulla e sempre in agitazione.
3,11
12 A questi tali, esortandoli nel Signore Gesù Cristo, ordiniamo di guadagnarsi il pane lavorando con tranquillità.
3,12
13 Ma voi, fratelli, non stancatevi di fare il bene.
3,13
14 Se qualcuno non obbedisce a quanto diciamo in questa lettera, prendete nota di lui e interrompete i rapporti, perché si vergogni;
3,14
15 non trattatelo però come un nemico, ma ammonitelo come un fratello.
3,15
Il Signore della pace vi dia la pace sempre e in ogni modo. Il Signore sia con tutti voi.
3,16 SALUTI (3,16-18)
3,16-18 La lettera si chiude con i saluti. Essa è stata dettata a uno scrivano o segretario e viene autenticata mediante il saluto autografo dell’autore (vedi 1Cor 16,21; Gal 6,11; Col 4,18).
17 Il saluto è di mia mano, di Paolo. Questo è il segno autografo di ogni mia lettera; io scrivo così.
3,17
18 La grazia del Signore nostro Gesù Cristo sia con tutti voi.
3,18

Note nel testo

3,1-5Pregate per noi
3,6-15Lavorate in pace
3,6-15 L’attesa della venuta imminente del Signore crea un clima di emergenza e disimpegno da parte di alcuni, che abbandonano il lavoro e si fanno mantenere dalla comunità. Questa tendenza è favorita anche dalla mentalità greco-romana che disprezza il lavoro manuale, riservato agli schiavi. Perciò è quanto mai opportuno l’invito a lavorare in pace.
3,16SALUTI (3,16-18)
3,16-18 La lettera si chiude con i saluti. Essa è stata dettata a uno scrivano o segretario e viene autenticata mediante il saluto autografo dell’autore (vedi 1Cor 16,21; Gal 6,11; Col 4,18).