Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

CEI2008

CEI 2008

Salmi

SALMO 136 (135)
INNO ALL’AMORE E ALLA BONTÀ DI DIO
136 Rendete grazie al Signore perché è buono,
perché il suo amore è per sempre.

136,1 Questo salmo è conosciuto come il “grande” Hallel, cioè “l’inno di lode” per eccellenza. Composto in forma di litania, è entrato nella liturgia ebraica delle tre maggiori feste: Pasqua, Pentecoste e Capanne. La comunità d’Israele, raccolta in preghiera, con il ritornello di lode, all’amore di Dio che è per sempre, risponde al canto del solista che scandisce le tappe della storia della salvezza. Nell’insieme della Bibbia, questo inno è come la trasposizione poetica e celebrativa delle grandi professioni di fede che hanno contraddistinto i momenti più significativi della storia d’Israele (vedi Dt 26,1-19; Gs 24,1-28).
2 Rendete grazie al Dio degli dèi,
perché il suo amore è per sempre.

3 Rendete grazie al Signore dei signori,
perché il suo amore è per sempre.

4 Lui solo ha compiuto grandi meraviglie,
perché il suo amore è per sempre.

5 Ha creato i cieli con sapienza,
perché il suo amore è per sempre.

6 Ha disteso la terra sulle acque,
perché il suo amore è per sempre.

Ha fatto le grandi luci,
perché il suo amore è per sempre.

136,7 le grandi luci: gli astri.
8 Il sole, per governare il giorno,
perché il suo amore è per sempre.

9 La luna e le stelle, per governare la notte,
perché il suo amore è per sempre.

10 Colpì l'Egitto nei suoi primogeniti,
perché il suo amore è per sempre.

11 Da quella terra fece uscire Israele,
perché il suo amore è per sempre.

12 Con mano potente e braccio teso,
perché il suo amore è per sempre.

13 Divise il Mar Rosso in due parti,
perché il suo amore è per sempre.

14 In mezzo fece passare Israele,
perché il suo amore è per sempre.

15 Vi travolse il faraone e il suo esercito,
perché il suo amore è per sempre.

16 Guidò il suo popolo nel deserto,
perché il suo amore è per sempre.

17 Colpì grandi sovrani,
perché il suo amore è per sempre.

18 Uccise sovrani potenti,
perché il suo amore è per sempre.

19 Sicon, re degli Amorrei,
perché il suo amore è per sempre.

20 Og, re di Basan,
perché il suo amore è per sempre.

21 Diede in eredità la loro terra,
perché il suo amore è per sempre.

22 In eredità a Israele suo servo,
perché il suo amore è per sempre.

Nella nostra umiliazione si è ricordato di noi,
perché il suo amore è per sempre.

136,23 Nella nostra umiliazione: allusione all’esilio babilonese (che si protrasse dal 587 al 538).
24 Ci ha liberati dai nostri avversari,
perché il suo amore è per sempre.

25 Egli dà il cibo a ogni vivente,
perché il suo amore è per sempre.

26 Rendete grazie al Dio del cielo,
perché il suo amore è per sempre.



Note al testo

136,1 Questo salmo è conosciuto come il “grande” Hallel, cioè “l’inno di lode” per eccellenza. Composto in forma di litania, è entrato nella liturgia ebraica delle tre maggiori feste: Pasqua, Pentecoste e Capanne. La comunità d’Israele, raccolta in preghiera, con il ritornello di lode, all’amore di Dio che è per sempre, risponde al canto del solista che scandisce le tappe della storia della salvezza. Nell’insieme della Bibbia, questo inno è come la trasposizione poetica e celebrativa delle grandi professioni di fede che hanno contraddistinto i momenti più significativi della storia d’Israele (vedi Dt 26,1-19; Gs 24,1-28).
136,7 le grandi luci: gli astri.
136,23 Nella nostra umiliazione: allusione all’esilio babilonese (che si protrasse dal 587 al 538).