Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

CEI2008

CEI 2008

Salmi

SALMO 112 (111)(112,1-112,1 )INNO DI ELOGIO DEL GIUSTO(112,1-112,1 )
112 Alleluia.

Alef Beato l'uomo che teme il Signore
Bet e nei suoi precetti trova grande gioia.

112,1 La tecnica letteraria della composizione alfabetica avvicina questo inno (come il precedente) alla riflessione sapienziale, caratterizzata dall’elogio del giusto e dalla disapprovazione del malvagio (vedi anche Sal 1).
Ghimel 2 Potente sulla terra sarà la sua stirpe,
Dalet la discendenza degli uomini retti sarà benedetta.

112,2
He 3 Prosperità e ricchezza nella sua casa,
Vau la sua giustizia rimane per sempre.

112,3
Zain 4 Spunta nelle tenebre, luce per gli uomini retti:
Het misericordioso, pietoso e giusto.

112,4
Tet 5 Felice l'uomo pietoso che dà in prestito,
Iod amministra i suoi beni con giustizia.

112,5
Caf 6 Egli non vacillerà in eterno:
Lamed eterno sarà il ricordo del giusto.

112,6
Mem 7 Cattive notizie non avrà da temere,
Nun saldo è il suo cuore, confida nel Signore.

112,7
Samec 8 Sicuro è il suo cuore, non teme,
Ain finché non vedrà la rovina dei suoi nemici.

112,8
Pe 9 Egli dona largamente ai poveri,
Sade la sua giustizia rimane per sempre,
Kof la sua fronte s'innalza nella gloria.

112,9
Il malvagio vede e va in collera,
Sin digrigna i denti e si consuma.
Tau Ma il desiderio dei malvagi va in rovina.



112,10 digrigna i denti: immagine di disperazione e di irrimediabile sconfitta.

Note nel testo

112,1La tecnica letteraria della composizione alfabetica avvicina questo inno (come il precedente) alla riflessione sapienziale, caratterizzata dall’elogio del giusto e dalla disapprovazione del malvagio (vedi anche Sal 1).
112,10digrigna i denti: immagine di disperazione e di irrimediabile sconfitta.