Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

CEI2008

CEI 2008

Ezechiele

45 Quando voi spartirete a sorte la terra, in eredità, preleverete dal territorio, in offerta al Signore, una porzione sacra, lunga venticinquemila cubiti e larga ventimila: essa sarà santa per tutta la sua estensione.
45,1-8 Territorio riservato al santuario e al suo personale
45,1-8 Al ritorno dall’esilio, il popolo si dividerà di nuovo la terra, come all’epoca della conquista. Una parte del territorio dovrà essere consacrata al Signore, cioè riservata al tempio e al personale cultuale, sacerdoti e leviti.
2 Di essa sarà per il santuario un quadrato di cinquecento cubiti per cinquecento, con una zona libera all'intorno di cinquanta cubiti.
45,2
3 In quella superficie misurerai un tratto di venticinquemila cubiti di lunghezza per diecimila di larghezza, dove sarà il santuario, il Santo dei Santi.
45,3
4 Esso sarà la parte sacra del paese, sarà per i sacerdoti ministri del santuario, che si avvicinano per servire il Signore: questo luogo servirà per le loro case e come luogo sacro per il santuario.
45,4
5 Uno spazio di venticinquemila cubiti di lunghezza per diecimila di larghezza sarà il possesso dei leviti che servono nel tempio, con città dove abitare.
45,5
6 Come possesso poi della città assegnerete un tratto di cinquemila cubiti di larghezza per venticinquemila di lunghezza, parallelo alla parte assegnata al santuario: apparterrà a tutta la casa d'Israele.
45,6
7 Al principe sarà assegnato un possesso di qua e di là della parte sacra e del territorio della città, al fianco della parte sacra offerta e al fianco del territorio della città, a occidente fino all'estremità occidentale e a oriente fino al confine orientale, per una lunghezza uguale a ognuna delle parti, dal confine occidentale fino a quello orientale.
45,7
8 Questa sarà la sua terra, il suo possesso in Israele e così i miei prìncipi non opprimeranno il mio popolo, ma lasceranno la terra alla casa d'Israele, alle sue tribù.
45,8
Così dice il Signore Dio: Basta, prìncipi d'Israele, basta con le violenze e le rapine! Agite secondo il diritto e la giustizia; eliminate le vostre estorsioni dal mio popolo. Oracolo del Signore Dio.
45,9-17 Diritti del principe
Abbiate bilance giuste, efa giusta, bat giusto.
45,10-11 efa e bat: misure di capacità di valore identico, circa 45 litri; l’efa veniva utilizzata per i solidi (cereali, farina, ecc.), il bat per i liquidi. Il siclo, circa 11 grammi, era l’unità di base per i pesi (vedi note a Es 30,13.24).
11 L' efa e il bat saranno della medesima misura, in modo che il bat e l' efa contengano un decimo di homer ; la loro misura sarà in relazione all' homer .
45,11
12 Il siclo sarà di venti ghera : venti sicli, venticinque sicli e quindici sicli saranno la vostra mina.
45,12
13 Questa sarà l'offerta che voi preleverete: un sesto di efa per ogni homer di frumento e un sesto di efa per ogni homer di orzo.
45,13
14 Norma per l'olio - che si misura con il bat - è un decimo di bat per ogni kor . Dieci bat corrispondono a un homer , perché dieci bat formano un homer .
45,14
15 Dal gregge, dai prati fertili d'Israele, una pecora ogni duecento. Questa sarà data per le oblazioni, per gli olocausti, per i sacrifici di comunione, in espiazione per loro. Oracolo del Signore Dio.
45,15
16 Tutta la popolazione del paese dovrà prelevare quest'offerta per il principe d'Israele.
45,16
17 A carico del principe saranno gli olocausti, le oblazioni e le libagioni nelle solennità, nei noviluni e nei sabati, in tutte le feste della casa d'Israele. Egli provvederà per il sacrificio per il peccato, l'oblazione, l'olocausto e il sacrificio di comunione per l'espiazione della casa d'Israele.
45,17
Così dice il Signore Dio: Il primo giorno del primo mese, prenderai un giovenco senza difetti e purificherai il santuario.
45,18-25 Feste della Pasqua e delle Capanne
19 Il sacerdote prenderà il sangue della vittima del sacrificio per il peccato e lo metterà sugli stipiti del tempio e sui quattro angoli dello zoccolo dell'altare e sugli stipiti delle porte del cortile interno.
45,19
20 Lo stesso farà il sette del mese per chi abbia peccato per errore o per ignoranza: così purificherete il tempio.
45,20
21 Il quattordici del primo mese sarà per voi la Pasqua, festa d'una settimana di giorni: si mangerà pane azzimo.
45,21
22 In quel giorno il principe offrirà, per sé e per tutta la popolazione del paese, un giovenco in sacrificio per il peccato;
45,22
23 nei sette giorni della festa offrirà in olocausto al Signore sette giovenchi e sette montoni, senza difetti, in ognuno dei sette giorni, e un capro in sacrificio per il peccato, ogni giorno.
45,23
In oblazione offrirà un' efa per giovenco e un' efa per montone, con un hin di olio per ogni efa .
45,24 Lo hin era un sesto dell’efa, cioè circa 7,5 litri.
25 Il quindici del settimo mese, alla festa, farà altrettanto per sette giorni, per i sacrifici per il peccato, per gli olocausti, le oblazioni e l'olio.


45,25

Note nel testo

45,1-8Territorio riservato al santuario e al suo personale
45,1-8 Al ritorno dall’esilio, il popolo si dividerà di nuovo la terra, come all’epoca della conquista. Una parte del territorio dovrà essere consacrata al Signore, cioè riservata al tempio e al personale cultuale, sacerdoti e leviti.
45,9-17Diritti del principe
45,10-11efa e bat: misure di capacità di valore identico, circa 45 litri; l’efa veniva utilizzata per i solidi (cereali, farina, ecc.), il bat per i liquidi. Il siclo, circa 11 grammi, era l’unità di base per i pesi (vedi note a Es 30,13.24).
45,18-25Feste della Pasqua e delle Capanne
45,24Lo hin era un sesto dell’efa, cioè circa 7,5 litri.