Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

CEI2008

CEI 2008

Ezechiele

25 Mi fu rivolta questa parola del Signore:
25,1 ORACOLI CONTRO LE NAZIONI (25,1-32,32)
25,1-32,32 Gli oracoli contro le nazioni sono presenti anche in Is 13-23; Ger 46-51 e Am 1-2. Caratteristico di Ezechiele è l’ampio spazio dedicato agli oracoli contro Tiro e contro l’Egitto. Per Ezechiele, inoltre, il castigo contro le genti ha lo stesso scopo che aveva l’agire divino contro Giuda: portare tutti gli uomini a riconoscere il Signore come l’unico Dio.
25,1-7 Contro Ammon
25,1-7 Gli Ammoniti (v. 2) erano la popolazione che abitava la zona a est del Giordano. La loro capitale, Rabbà (v. 5), corrisponde all’attuale Amman.
2 "Figlio dell'uomo, rivolgiti agli Ammoniti e profetizza contro di loro.
25,2
3 Annuncerai agli Ammoniti: Udite la parola del Signore Dio. Così dice il Signore Dio: Poiché tu hai esclamato: "Bene!", quando il mio santuario è stato profanato, quando la terra d'Israele è stata devastata e quando la casa di Giuda è stata condotta in esilio,
25,3
per questo, ecco, io ti do in mano ai figli d'oriente. Metteranno in te i loro accampamenti e in mezzo a te pianteranno le loro tende, mangeranno i tuoi frutti e berranno il tuo latte.
25,4 figli d’oriente: i nomadi del deserto siro-arabico.
5 Farò di Rabbà un pascolo per cammelli e delle città di Ammon un ovile per pecore. Allora saprete che io sono il Signore.
25,5
6 Perché così dice il Signore Dio: Poiché hai battuto le mani, hai pestato i piedi e hai gioito in cuor tuo con totale disprezzo per la terra d'Israele,
25,6
7 per questo, eccomi: io stendo la mano su di te e ti darò in preda alle genti; ti sterminerò dai popoli e ti cancellerò dal numero delle nazioni. Ti annienterò e allora saprai che io sono il Signore.
25,7
Così dice il Signore Dio: Poiché Moab e Seir hanno detto: "Ecco, la casa di Giuda è come tutti gli altri popoli",
25,8-11 Contro Moab
25,8-11 Anche Moab (v. 8) confinava con Israele. I suoi territori erano a sud di quelli degli Ammoniti. Il disprezzo usato da Moab verso Israele era indirizzato, in realtà, contro il Dio d’Israele. Per questo si annuncia il castigo.
25,8 Seir: indica il territorio di Edom (vedi v. 12).
9 ebbene, io tiro un fendente sulle spalle di Moab, in tutto il suo territorio anniento le sue città, decoro del paese, Bet-Iesimòt, Baal-Meon, Kiriatàim,
25,9
10 e le do in possesso ai figli d'oriente, come diedi loro gli Ammoniti, perché non siano più ricordati fra i popoli.
25,10
11 Così farò giustizia di Moab e sapranno che io sono il Signore.
25,11
Così dice il Signore Dio: Poiché Edom ha sfogato crudelmente la sua vendetta contro la casa di Giuda e s'è reso colpevole vendicandosi su di essa,
25,12-14 Contro Edom
25,12-14 Altro oracolo contro i vicini d’Israele. Edom (v. 12) si trovava a sud del Mar Morto. La sua colpa è di aver partecipato al saccheggio di Giuda e di Gerusalemme, a fianco dei Babilonesi.
13 per questo, così dice il Signore Dio: Anch'io stenderò la mano su Edom, vi sterminerò uomini e bestie, ne farò un deserto. Da Teman fino a Dedan cadranno di spada.
25,13
14 La mia vendetta su Edom la compirò per mezzo del mio popolo, Israele, che tratterà Edom secondo la mia ira e il mio sdegno. Si conoscerà così la mia vendetta. Oracolo del Signore Dio.
25,14
Così dice il Signore Dio: Poiché i Filistei si sono vendicati con animo pieno di odio e si sono abbandonati allo sterminio, mossi da antico rancore,
25,15-17 Contro i Filistei
25,15-17 Originari di Creta, i Filistei abitavano la zona lungo la costa del Mediterraneo (v. 16). La tradizionale inimicizia fra Giudei e Filistei, che risaliva ai tempi dei giudici, aveva provocato in essi la gioia per la fine di Gerusalemme.
16 per questo, così dice il Signore Dio: Ecco, io stendo la mano sui Filistei; sterminerò i Cretei e annienterò il resto della costa del mare.
25,16
17 Farò su di loro terribili vendette con castighi furiosi, e sapranno che io sono il Signore, quando eseguirò su di loro la vendetta".


25,17

Note nel testo

25,1ORACOLI CONTRO LE NAZIONI (25,1-32,32)
25,1-32,32 Gli oracoli contro le nazioni sono presenti anche in Is 13-23; Ger 46-51 e Am 1-2. Caratteristico di Ezechiele è l’ampio spazio dedicato agli oracoli contro Tiro e contro l’Egitto. Per Ezechiele, inoltre, il castigo contro le genti ha lo stesso scopo che aveva l’agire divino contro Giuda: portare tutti gli uomini a riconoscere il Signore come l’unico Dio.
25,1-7 Contro Ammon
25,1-7 Gli Ammoniti (v. 2) erano la popolazione che abitava la zona a est del Giordano. La loro capitale, Rabbà (v. 5), corrisponde all’attuale Amman.
25,4figli d’oriente: i nomadi del deserto siro-arabico.
25,8-11Contro Moab
25,8-11 Anche Moab (v. 8) confinava con Israele. I suoi territori erano a sud di quelli degli Ammoniti. Il disprezzo usato da Moab verso Israele era indirizzato, in realtà, contro il Dio d’Israele. Per questo si annuncia il castigo.
25,8 Seir: indica il territorio di Edom (vedi v. 12).
25,12-14Contro Edom
25,12-14 Altro oracolo contro i vicini d’Israele. Edom (v. 12) si trovava a sud del Mar Morto. La sua colpa è di aver partecipato al saccheggio di Giuda e di Gerusalemme, a fianco dei Babilonesi.
25,15-17Contro i Filistei
25,15-17 Originari di Creta, i Filistei abitavano la zona lungo la costa del Mediterraneo (v. 16). La tradizionale inimicizia fra Giudei e Filistei, che risaliva ai tempi dei giudici, aveva provocato in essi la gioia per la fine di Gerusalemme.